TuliPark di Roma devastato dai vandali: lo sfogo dei gestori

By | 4 aprile 2018

tulipark-vandali-romaEra stato inaugurato diversi giorni fa e già i vandali sono entrati in azione. Parliamo del TuliPark di Roma, uno splendido giardino pieno di tulipani, in perfetto stile olandese. I gestori del giardino inaugurato a Prima Porta si sono sfogati su Facebook, postando anche immagini dello scempio: ‘Questo è quello che succede quando la gente è maleducata, dopo tanti sacrifici e lavoro (9 mesi) per realizzare TuliPark. Da domani i tulipani saranno tutti recisi. Sarà severamente vietato portare i bulbi dei tulipani a casa. Oltre 7.000 buttati’.

Inciviltà inaudita al TuliPark

I visitatori del TuliPark potevano, dietro pagamento di un biglietto, raccogliere qualche tulipano. Qualche incivile, però, non si è limitato a prendere i fiori ma ha espresso la sua villania a 360 gradi. Il post pubblicato sulla pagina Facebook di TuliPark recita: ‘Alcuni visitatori per accaparrarsi il tulipano con il bulbo hanno buttato i fiori che venivano fuori senza bulbo, spesso venivano nuovamente trapiantati già recisi. Il tulipano una volta tirato senza radici muore dopo alcune ore se non viene messo in acqua!’.

La presenza di qualche incivile era prevista ma, sinceramente, i gestori del meraviglioso giardino a Prima Porta non pensavano che la volgarità di certa gente potesse sfiorare livelli simili. Adesso bisogna correre ai ripari.

Sold-out a Pasquetta

loading...

‘Pasquetta è stata una giornata da sold-out piena di visitatori. Avremmo bisogno di alcune persone per vigilare il parco per evitare che qualcuno possa buttare i tulipani raccolti senza motivo, che spieghino come tirarli rispettando alcune regole e di non calpestare fiori e di non lasciarli abbandonati una volta raccolti’, dicono i gestori del TuliPark di Roma, giardino nato da un’illuminazione della Votadoro, società leader nel campo della produzione, coltivazione e vendita all’ingrosso di fiori recisi.

La Votadoro venne fondata nel lontano 1979 Emanuele Votadoro, uomo amante dei fiori che ha trasmesso la sua passione ai figli Davide, Filippo e Gaetano. La società iniziò con le serre di garofani; poi partì la coltivazione di tulipani, lisianthus, ed altre piante e fiori di qualità.

Vandalismo a Roma

‘Di solito in altre città del mondo dove iniziative simili hanno realizzato giardini fioriti non sembra sia successo’, hanno sottolineato i gestori del TuliPark su Facebook. E’ vero, il tasso di vandalismo in molte città italiane, Roma compresa, non si può equiparare a quello delle metropoli europee. Nella Capitale gli atti vandalici sono all’ordine del giorno. E a finire nella mira dei barbari non sono solo i fiori.

‘Villa Sciarra è stata oggetto di atti di vandalismo che hanno seriamente danneggiato le attrezzature e gli arredi: vasi di pregio spezzati, giochi dell’area ludica divelti e danneggiati, panchine scardinate’. Questa la denuncia diramata lo scorso febbraio dalla presidente del I Municipio di Roma, Sabrina Alfonsi (Pd).

La Alfonsi aveva precisato che dall’anno scorso Villa Sciarra ‘rimane aperta di notte, come tutte le altre ville storiche: una situazione nota e più volte segnalata al Campidoglio che dovrebbe fare i bandi che servono veramente a questa città invece di perdere ancora altro tempo’. Il Comune di Roma ha risposto che “Villa Sciarra fa parte del lotto di parchi e ville storiche per cui l’Associazione Carabinieri in congedo ‘Martiri di Nassiriya’ ha dato la disponibilità a svolgere un servizio di volontariato per la chiusura e l’apertura dei cancelli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *