Turchia: una statua per Tombili, celebre gatto di Istanbul

By | 6 ottobre 2016

Lo scorso 10 agosto 2016 è morto Tombili, il gatto più famoso di Istanbul, in Turchia. Tombili era un gatto che si aggirava per le vie della capitale turca e spesso si sedeva su una scalinata, assumendo una posizione quasi umana. Il felino era molto amato sia dai cittadini che dai turisti. La sua postura, poi, era alquanto singolare. Dopo la morte di Tombili è stata promossa una singolare iniziativa.

Gatto Tombili era un simbolo di Istanbul

La morte del gatto Tombili, mascotte di Istanbul, ha gettato nello sconforto gli abitanti della Capitale turca e subito è stata lanciata una petizione per la realizzazione di una statua in suo onore. L’opera è stata creata dall’artista Seval Sahin e ritrae l’amato gatto nella sua posa prediletta. Tombili saliva spesso su una panchina e sembrava ammirasse il paesaggio. Non si conosce la causa della morte del gatto turco ma il suo decesso ha rattristato molte persone. Era diventato uno dei simboli del luogo ed anche i turisti si soffermavano a guardarlo. La foto della statua raffigurante Tombili sta facendo il giro del web: è stata postata anche su Facebook dalle persone che hanno lanciato la petizione. L’immagine è stata corredata da alcune parole, alquanto toccanti, che testimoniano il grande amore di Istanbul per il gatto.

Il vicesindaco di Kadiköy ha ricordato, durante la cerimonia di inaugurazione della statua, che avevano chiesto una scultura commemorativa ben 17.000 persone. Alla fine le autorità hanno accolto la richiesta della cittadina ed hanno commissionato la realizzazione di una statua in onore del gatto ‘rotondo’ che si adagiava come un essere umano su una panchina. La scultura è stata realizzata proprio su tale panchina. Tombili è un termine turco che significa ‘paffuto’. Effettivamente, il gatto era cicciottello. L’animale è diventato popolare anche per la sua indifferenza nei confronti delle persone che gli si avvicinavano. Le foto di Tombili sulla panchina hanno fatto il giro del modo e sono state condivise migliaia di volte sui social media. Molti utenti hanno modificato le foto mediante Photoshop, mettendo, ad esempio, bicchieri pieni di alcol davanti al felino.

Petizione su Change.org per un memoriale

La morte di Tombili ha rattristato un intero quartiere di Istanbul. Una petizione lanciata su Change.org ha raccolto 17.000 firme e lo scultore Sahin ha accettato di creare la scultura in bronzo in onore del gattone. La statua è stata inaugurata lo scorso 4 ottobre, giornata mondiale degli animali. All’inaugurazione hanno partecipato centinaia di persone, che hanno lasciato cibo per gatti, candele e fiori. Una tv turca ha trasmesso in diretta l’evento. Basar Neciplogu, vicesindaco di Kadikoy, ha ringraziato gli amanti degli animali della zona per aver voluto realizzare il memoriale.

Istanbul è una città che ha sempre amato i gatti. I residenti si prendono cura, ogni giorno, di centinaia di migliaia di randagi. Un’antica massima turca recita: “Se uccidi un gatto, devi costruire una moschea per ottenere il perdono di Dio”. Secondo un racconto popolare, l’animale preferito del profeta Maometto fu un gatto chiamato Muezza. Una versione della leggenda recita che Muezza salvò Maometto da un serpente. Quando il profeta lo accarezzò, in segno di ringraziamento, tutti i gatti ottennero la dote di atterrare sempre in piedi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...