Animali

Turista americana sbranata da una leonessa

turista-leonessa-johannesburgUna turista americana 22enne è stata sbranata da una leonessa in un loggiato non molto lontano da Johannesburg, in Sudafrica. Secondo il personale del servizio di emergenza locale la ragazza aveva riportato gravi ferite. L’aggressione è avvenuta sotto gli occhi di tante persone, che hanno subito soccorso la 22enne in attesa dell’arrivo dei servizi di emergenza. Nonostante gli sforzi degli operatori sanitari, la giovane è deceduta. Il grosso felino ha aggredito la turista americana ieri mattina. La Polizia ha avviato le indagini per ricostruire l’esatta dinamica dell’aggressione, avvenuta ad Hammanskraal, nei pressi della riserva di caccia di Dinokeng.

Sudafrica: aggressioni dei leoni sono rare

I raid dei leoni sono rari in Sudafrica ma i rischi sono alti nelle vicinanze delle riserve di caccia. Nei giorni scorsi, alcuni agenti hanno trovato brandelli di uomo che probabilmente stava dando la caccia ai leoni in uno dei parchi più famosi della nazione, ovvero la riserva naturale privata di Ingwelala, nei pressi del Kruger National Park (nord-est del Sudafrica).

Secondo i funzionari, l’uomo trovato senza vita e dilaniato era probabilmente un cacciatore di frodo. Nelle vicinanze hanno trovato munizioni e un fucile da caccia. Le leonesse avrebbero aggredito il bracconiere, senza lasciargli scampo.

Mai tenere i finestrini abbassati!

Tre anni fa, a giugno, una turista americana era stata uccisa da una leonessa in una riserva di caccia a nord di Johannesburg. Il grande felino era saltato sulla macchina ed aveva sbranato in pochi minuti la donna. Tutta colpa di un finestrino aperto. Le regole del parco vietano ai visitatori di entrare nell’area dei leoni con i finestrini abbassati. E’ rischioso.

Morta sul posto

‘Tragicamente, la vittima ha subito gravi ferite ed è morta sul posto’, ha dichiarato Nick Dollman, portavoce Net Doll 9, ai microfoni di Pretoria Rekord North. Le persone che hanno assistito al raid della leonessa hanno somministrato CPR alla 22enne nel tentativo di salvarle la vita, ma ogni sforzo è stato vano. Non si conosce ancora il motivo per cui la leonessa ha attaccato improvvisamente la turista americana. La Polizia di Cullinan continua a compiere accertamenti.

Il sito web della Riserva Naturale di Dinokeng sottolinea che il parco è tra i primi di roaming gratuiti con le ‘5 grandi specie di animali africani – leone, leopardo, rinoceronte, bufalo ed elefante – a Gauteng (provincia) – e probabilmente nel mondo – prossimo in un’area urbanizzata’.

La disavventura di due donne inglesi

Nei giorni scorsi, una 23enne aveva deciso di visitare la nota attrazione di Bewdley, nel Regno Unito, dove è possibile transitare con la propria auto ed osservare i leoni che scorrazzano nei loro recinti. La donna aveva portato con sé un’amica e i figli. A un certo punto un gruppo di leoni si è diretto verso la sua Hyundai. Momenti di paura estrema.

Le donne inglesi hanno detto di essere rimaste intrappolate nel recinto per quasi un’ora. Successivamente sono intervenuti i ranger, che hanno chiuso i cancelli e si sono occupati dei leoni agitati. La signora Tudge, residente ad Hereford, ha detto che è rimasta scossa. Temeva che le finestre della sua auto avrebbero potuto essere distrutte dagli animali. ‘Eravamo così scosse e cercavamo di assicurarci che i bambini stessero bene…’, ha aggiunto la donna.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.