Turisti cinesi salgono sul treno e dimenticano figli sulla banchina

By | 12 agosto 2017

Padova, turisti cinesi salgono sul treno e dimenticano figliUna coppia di turisti cinesi, residente in Spagna e diretta a Roma, ha dimenticato i figli a Padova. Padre e madre erano intenti a salire sul treno e, complice la ressa di pendolari e turisti, non si erano accorti che i due figli,  di 6 e 9 anni, non erano con loro. Le porte del convoglio, poi, si erano chiuse. Episodio strano che, per fortuna, ha avuto un lieto epilogo quello accaduto nelle ultime ore alla stazione di Padova. Una poliziotta si è incuriosita quando ha visto quei due bimbi cinesi soli, sulla banchina, ed ha chiesto loro cosa stessero facendo. L’agente, per dialogare coi piccoli, si è fatta aiutare da un altro turista cinese, che quindi si è improvvisato interprete. I bimbi hanno raccontato tutto e subito sono stati in una stazione della Polizia al sicuro.

La poliziotta ha allertato il macchinista

L’agente della Polfer di Padova, dopo essersi resa conto che quei due bambini cinesi erano stati dimenticati sulla banchina, ha immediatamente avvertito il macchinista del convoglio partito da Padova e diretto a Roma. Il conducente del treno ha subito allertato i due turisti cinesi che, sconvolti, non hanno perso tempo e sono tornati a Padova per riabbracciare i figlioletti. Questi non avevano provato molta paura quando erano rimasti soli su quella banchina perché la poliziotta si era mostrata allegra e rincuorante. Sembra che i minori, in attesa dell’arrivo del padre e della madre, abbiano visto i cartoni animati nella stazione di Polizia.

Tutto è bene quel che finisce bene, potremmo dire. Certo, i turisti cinesi hanno rischiato grosso perché  qualche malintenzionato avrebbe potuto sequestrare i bambini. Non si sa se la Polizia di Padova abbia segnalato la vicenda alla Procura.

I genitori che avevano dimenticato la figlia in Autogrill

L’anno scorso, una coppia di genitori italiani aveva dimenticato la figlia di 3 anni in una stazione di servizio dell’autostrada 26, tra Piemonte e Liguria. Padre e madre della piccola stavano viaggiando insieme a molti altri amici, e forse la confusione e la frenesia di arrivare in tempi brevi a destinazione gli aveva fatto dimenticare che insieme a loro c’era anche la figlioletta. A notare quest’ultima, in lacrime e seduta sul marciapiede dell’Autogrill era stato un avventore del locale. Il padre della bimba era tornato in quel posto dopo qualche ora, ovvero quando si era accorto della grave dimenticanza. Alla Polizia però era già stato segnalato il fatto. La coppia di genitori smemorati avevano così rimediato una segnalazione alla Procura di Genova.

L’episodio delle ultime ore presenta certamente similarità con quello avvenuto l’anno scorso in Liguria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *