Ubriaco cerca di stuprare la moglie davanti ai figli: evirato

By | 30 ottobre 2017

India, uomo ubriaco viene evirato dalla moglieTornava spesso a casa ubriaco, diventando violento con la moglie e i figli. La donna non ce la faceva più e, dinanzi all’ennesimo tentativo di violenza, ha preso un coltello ed ha tagliato i genitali del marito. Sembra che questo, ubriaco, volesse stuprarla davanti ai figli. E’ successo in India. Ora la donna rischia una condanna per tentato omicidio. La moglie indiana, di cui non sono state rese note le generalità, ha dichiarato che il marito, R. Ravinder, era tornato a casa alticcio e l’aveva iniziata a picchiare. Desolata e mortificata, la donna aveva preso rapidamente un coltello da cucina, recidendogli poi i genitali. L’uomo, 40 anni, era stato subito trasportato in ospedale. I media locali non hanno riferito se i medici siano stati in grado di riattaccargli l’organo. Un poliziotto ha rivelato ad alcuni tabloid locali. ‘L’incidente si è verificato quando l’uomo, ubriaco, è tornato a casa ed ha cercato di molestare la moglie. Alcuni vicini ci hanno detto che la coppia litigava spesso quando Ravinder tornava a casa sotto i fumi dell’alcol’.

Mariti violenti in India

L’alcol è una grave piaga anche in India. Molti mariti tornano a casa ubriachi, diventando violenti con i loro familiari. Una donna, però, stanca delle continue vessazioni del marito, ha reagito bruscamente ed ora rischia di finire in carcere per tentato omicidio.

Attualmente l’uomo evirato è ricoverato in un ospedale di Jammikunta. La moglie, che continua a ripetere di aver cercato solamente di difendersi, invece dovrà affrontare un processo. Ai media locali ha detto che il marito, ogni volta che tornava a casa, cercava di stuprarla. Quando Ravinder aveva tentato di violentarla davanti ai figli, però, si era sentita così furiosa e spaventata da ricorrere a misure estreme per fermarlo.

India: stuprare la moglie non è illegale

Tre mesi fa, sempre in India, una donna aveva evirato il marito. Anche lei era stata processata.

In India le donne devono spesso sottostare al volere dei mariti. Uomini brutali che sottopongono le mogli ad abusi di vario tipo. Le associazioni che tutelano i diritti del donne hanno spesso lanciato campagne per sensibilizzare la popolazione sul tema della violenza in India. L’anno scorso, lo stesso premier Narendra Modi ha promosso la ‘tolleranza zero’ verso chi commette violenze contro le donne.

Sebbene l’India abbia fatto passi significativi in alcuni ambiti, la problematica della violenza sulle donne è sempre attuale. Donne e ragazzine vengono abusate ed umiliate non solo da estranei ma anche dai partner.

Due anni fa, una turista americana che stava visitando Dharamsala era stata violentata da due uomini. All’inizio dell’anno scorso, invece, tre uomini erano stati condannati a 20 anni di reclusione per aver stuprato una donna giapponese a Jaipur. Questi episodi, purtroppo, non sono isolati. Ogni giorno, in India, vengono molestate tantissime donne.

Una 25enne indiana ha rivelato ai microfoni della BBC che lei, per il marito, è solo un ‘giocattolo’ da usare prevalentemente di sera, sotto le lenzuola. La ragazza dice spesso al marito di lasciarla in pace ma lui insiste. Lei non può fare nulla, non può neanche adire le vie legali, poiché in India non è illegale stuprare la moglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *