Cronaca

Uccide infermiera per rubarle bimba in grembo: ergastolo

Omicidio-infermiera-neonata-ergastoloBrooke Crews doveva aspettarsi una condanna così pesante. I giudici americani l’hanno obbligata a scontare il resto dei suoi giorni in carcere. La 38enne del North Dakota, la scorsa estate, aveva ucciso l’infermiera Savanna Greywind, 22 anni, per rubarle la bimba che aveva in grembo. Savanna, che era all’ottavo mese di gravidanza, è deceduta per una forte emorragia. La figlioletta è stata recuperata dai poliziotti e consegnata ai familiari.

Compagno dell’infermiera in lacrime

Il compagno dell’infermiera, Ashton Matheny, si è messo a piangere davanti ai giudici, nelle ultime ore, per gli agghiaccianti racconti dei testimoni, uditi in aula. Mentre piangeva, abbracciava la figlioletta Hasley Jo.

Ashton avrebbe voluto condurre una vita serena e gioiosa insieme a Savanna e alla figlia; invece Brooke ha rovinato tutto, ha devastato la sua esistenza. Non è semplice per Ashton vivere senza la sua dolce metà. Una piccola consolazione è la condanna all’ergastolo inflitta dai giudici alla Crews.

Savanna aveva fatto perdere le sue tracce il 19 agosto dell’anno scorso. I familiari ne avevano denunciato immediatamente la scomparsa e le forze dell’ordine si erano messe in moto.

Infermiera morta per una forte emorragia

Dopo svariate ricerche, il cadavere dell’infermiera era stato ritrovato in un sacco di plastica nelle vicinanze del Red River. La pancia della 22enne era stata lacerata. L’esame autoptico aveva permesso di scoprire che il decesso era stato dovuto a una forte emorragia.

La giovane Savanna era caduta nel tranello di Brooke, che l’aveva portata a casa sua per ucciderla e rubarle la bimba che aveva in grembo. Un crimine agghiacciante, incommentabile.

Gli agenti erano riusciti in poco tempo a risalire all’assassina. Questa, dopo un lungo interrogatorio, è crollata. Brooke ha ammesso di aver ucciso Savanna con l’aiuto del fidanzato, William Hoehn.

L’avvocato della Crews, Steven Mottinger, ha affermato: ‘Essersi dichiarata colpevole è importante. Deve pur significare qualcosa’. Il magistrato Frank Racek, però, non ha dato peso all’ammissione dell’assassina.

La madre dell’infermiera ha detto: ‘Ciò che ha fatto va oltre il limite del male. Non credo che ci sia una sentenza del tribunale abbastanza pesante per una persona come questa’.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.