Cronaca

Uccide suocera con una coltellata e ferisce la moglie

Femminicidio in Sardegna, accoltella a morte suocera e ferisce moglieLite tra le mura domestiche che finisce in tragedia in Sardegna. Siamo a Santa Maria Navarrese. Un uomo ha ucciso la suocera con una coltellata ed ha ferito la moglie con la medesima arma. Il terribile fatto di sangue è accaduto oggi pomeriggio, al termine di un veemente litigio in famiglia. Sembra che, durante l’alterco, sia rimasto ferito in modo lieve anche l’uomo, evidentemente su di giri. Sul luogo della tragedia, una frazione di Baunei, sono arrivati immediatamente i poliziotti, i carabinieri e gli operatori del 118. Quest’ultimi hanno cercato di salvare, invano, la vita della suocera dell’aggressore. In base alle prime informazioni, sarebbe stata fatale per l’anziana una coltellata alla gola. L’aggressore avrebbe voluto uccidere anche la moglie ma non ha centrato l’obiettivo.

Anna Melis aveva 87 anni

Giornata di ordinaria follia in Sardegna. Il caldo e gli attriti in famiglia sono stati fatali ad Anna Melis, uccisa a bruciapelo dal genero, letteralmente su di giri. La vittima aveva 87 anni; l’aggressore, attualmente sorvegliato in ospedale dalle forze dell’ordine, ne ha 69.

Ennesimo femminicidio in Italia. Stavolta una donna è stata trucidata da un uomo in Ogliastra. I carabinieri di Lanusei stanno cercando di ricostruire la dinamica della tragedia e scoprire cosa ha fatto scatenare Antonio Fanni, l’omicida. Il personale sanitario ha tentato invano di rianimare l’anziana, una volta arrivato sul luogo del veemente alterco sfociato in tragedia. Anche la moglie di Fanni ha ricevuto qualche coltellata al collo e alla testa ma si è salvata. Forse stava cercando di difendere la madre e l’uomo, furibondo, aveva sferrato fendenti anche a lei.

Genero che aggredisce suocera e viceversa: i casi italiani

Non è la prima volta che una lite tra suocera e genero finisce in tragedia. E’ capitato anche che ad avere la peggio sia stato il genero. Qualche giorno fa, ad esempio, una 47enne di origini dominicane ha cercato di uccidere il genero al termine di un veemente alterco. E’ successo all’ora di cena in un appartamento di Bagnaia, in provincia di Viterbo. La donna, infuriata, ha preso un grosso coltello da cucina e poi ha sferrato diversi fendenti al giovane genero, che è riuscito a salvarsi solo perché ha alzato le mani, evitando che la lama gli perforasse il petto. L’uomo è stato condotto all’ospedale di Belcolle, la donna invece nel carcere di Civitavecchia con l’accusa di tentato omicidio. Alla scena avrebbe assistito la compagna dell’accoltellato, poi sentita dagli investigatori. Sembra che l’aggressione sia stata dovuta a futili motivi. Al giovane viterbese è andata bene, invece l’anziana sarda, oggi pomeriggio, non è riuscita a salvarsi.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.