News

Una stella antica quanto l’universo

Una storia recente dall’università del MassachussetsUna stella antica quanto l'universo

Il suo nome è Anna Frebel, e fa parte dell’Istituto di Tecnologia dell’Università dl Massachussets. I suoi studi in questi giorni sono arrivati dritti dritti agli onori della cronaca per le sensazionali scoperte fatte in campo astrofisico. La ricercatrice statunitense compie studi ormai da diversi anni sull’età dell’Universo; lei stessa si definisce “una scavatrice del cielo“. Proprio durante uno dei suoi scavi “archeologici”, attraverso gli infiniti spazi cosmici, avrebbe scoperto una stella molto vecchia, probabilmente antica quanto l’universo stesso, o quasi.
Si tratta, in sostanza, sempre sulla base di quanto affermato dall’astrofisica del Massachussets, di una datazione della nuova stella scoperta ottenuta  non  dal calcolo convenzionale in anni, ma da una stima operata sulla base delle spettroluminescenze, la quale avrebbe portato a riconoscere il corpo celeste come un prodotto facente parte della seconda generazione di stelle, generatasi dall’esplosione della prima ed unica stella dell’universo nata appena dopo il big bang, susseguente all’incontro fra elio e idrogeno – i due elementi più leggeri in assoluto nell’intero cosmo-  che avrebbe liberato energia necessaria per le successive aggregazioni di atomi.

Ma alla domanda insistente dei giornalisti sulla necessità di dare un’età più precisa della stella, per far comprendere meglio a noi profani l’entità della scoperta, la scienziata ha spiegato che in aiuto per un calcolo approssimativo degli anni di vita della stella può venirci dal decadimento degli isotopi radioattivi dell’uranio e del torio, i quali dimezzando la loro massa tramite un lasso di tempo fisso fungono da orologio biologico. La stima delle masse rimanenti dei rispettivi isotopi instabili di uranio e torio, osservati allo spettroscopio al momento portano a calcolare per la stella una data davvero sensazionale, che si aggirerebbe intorno ai 13 bilioni di anni. Mai prima di oggi si era andati così indietro nel tempo nell’universo, dice entusiasta Anna Frebel.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.