Undicenne partorisce: padre del bebè è il fratello

By | 6 febbraio 2018

Spagna-undicenne-incinta-del-fratelloUna bambina di 11 anni ha dato alla luce un bebè, in Spagna. Una madre indubbiamente giovanissima. A mettere incinta l’undicenne, secondo la Polizia iberica, è stato il fratello 14enne. Il parto è avvenuto venerdì scorso all’ospedale Virgen de la Arrixaca nella città di Murcia, nel sud-est della Spagna. La piccola era stata ricoverata con forti ‘dolori allo stomaco’. Gli agenti hanno subito cercato di risalire al padre del bebè, scoprendo che la minore era stata messa incinta dal fratello maggiore. Poiché aveva 13 anni quando sua sorella era rimasta incinta, il ragazzino non avrà problemi con la giustizia. Per la legge spagnola non è penalmente perseguibile.

Madre e figlio godono di buona salute

Da fonti sanitarie si apprende che la giovane madre e il figlio godono di buona salute. Secondo alcuni rapporti locali, la minorenne e i genitori non erano al corrente della gravidanza. La bambina credeva solo che avesse un grave disturbo intestinale.

Il test del Dna permetterà di confermare quanto riferiscono i parenti della minorenne riguardo alla paternità del bebè. Manuel Villegas, capo dell’autorità regionale per la salute, ha definito il caso come ‘assolutamente eccezionale’.

loading...

Indagine in corso

‘Ora dobbiamo attendere. Un’indagine è ancora in corso e quando tutto sarà stato chiarito, vedremo cosa è successo e se possiamo aiutare qualcuno in qualche modo’, ha aggiunto Villegas. Non ci sono prove sul fatto che i due fratelli non avessero consumato rapporti ‘intimi’ consenzienti.

L’importante, adesso, è che madre e figlio godano di buona salute. L’undicenne e il neonato si trovano ancora all’ospedale Virgen de la Arrixaca di Murcia.

Nel mondo si sono registrate, sia in tempi recenti che meno recenti, gravidanze in tenera età. Un paio d’anni fa, ad esempio, una 12enne di Bari aveva partorito un bimbo. A metterla incinta era stato un 14enne. La ragazzina, a quanto pare, non proviene da un contesto sociale ed economico precario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *