Unione civile tra omosessuali ottantenni celebrata a Modena

By | 31 dicembre 2017

Unione civile anziane gay ModenaNel Municipio di Modena è stata celebrata l’ennesima unione civile tra omosessuali del 2017. Anche l’anno scorso, nella cittadina dell’Emilia Romagna erano state celebrate tante unioni civili tra persone dello stesso sesso. Adesso, però, a giurarsi amore eterno non sono state due persone giovani ma due ottantenni che vivono insieme da molto tempo e che si amano. La coppia, dopo la cerimonia nella Casa Comunale, ha sceso la scalinata incurante di eventuali critiche e derisioni. Le ottantenni non si sono mai curate degli sfottò.

Unione civile celebrata da Andrea Bosi

L’unione civile tra le due anziane è stata celebrata proprio ieri, 30 dicembre, dall’assessore Andrea Bosi. Tanta felicità nella sala. Le donne aspettavano da tanto tale momento. Finalmente, il loro amore è stato ufficializzato.

Sempre riservate e lontane dai luoghi affollati, le pensionate modenesi hanno voluto stare alla larga dagli sguardi indiscreti. Vicino a loro, durante la cerimonia, solo i rispettivi testimoni. Grazie alla legge Cirinnà, anche le due ottantenni hanno diritti e doveri reciproci, simili a quelli che hanno marito e moglie.

Foto su Facebook

Desideravano tanto iniziare il 2018 come una coppia di fatto e, alla fine, ci sono riuscite. Le pensionate modenesi sono state immortalate dall’assessore Bosi, che poi ha postato lo scatto su Facebook.

Bosi ha confessato di essersi emozionato molto ‘nell’unire le due donne alla soglia degli ottant’anni’.

L’anno scorso presso il Municipio di Modena sono state celebrate 50 unioni civili; quest’anno, invece, 40. A pronunciare il fatidico sì sono state quasi sempre coppie formate da persone giovani. In realtà l’amore non ha età e la storia delle pensionate modenesi lo comprova.

Diversi mesi fa, in una sala del Comune di Modena, durante la celebrazione di un’unione civile tra omosessuali era arrivata addirittura la troupe di Rai 3. A pronunciare il fatidico sì erano stati Paolo Callegari e Claudio Borri.

L’unione civile tra Paolo e Claudio era stata registrata nell’apposito registro da Elisabetta Scardozzi, consigliera del M5S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.