Cronaca

Uomo più vecchio del mondo è morto: Yisrael scampò all’Olocausto

Morto uomo più vecchio del mondoL’uomo più vecchio del mondo è venuto a mancare nelle ultime ore. Yisrael Kristal aveva 113 anni ed era israeliano. E’ il libro del Guinness dei Primati che attesta la sua età. Yisrael era diventato il più longevo del pianeta lo scorso maggio, dopo la morte di un indonesiano che aveva 146 anni. Attualmente la persona più anziana del mondo è la giamaicana Viole Brown: ha 117 anni. Lunga e piena di sacrifici la vita del signor Kristal, israeliano ma nato in Polonia nel 1903. Yisrael dovette crescere subito poiché perse entrambi i genitori durante la Prima guerra mondiale. Una vita tutta in salita per l’israeliano che, a 17 anni, iniziò a lavorare come metalmeccanico; poi aprì una pasticceria con lo zio. Lo scoppio della Seconda guerra mondiale rappresentò un altro trauma per Yisrael.

Prima il ghetto polacco, poi Auschwitz

Quando la Germania invase e conquistò la Polonia, nel 1939, Kristal venne condotto coi suoi parenti nel ghetto di Lodz, dove persero la vita i suoi due figli. Successivamente venne trasferito ad Auschwitz con la moglie. Questa, vessata, umiliata e stanca, perse la vita nel tristemente noto lager nazista; Yisrael, invece, riuscì a salvarsi lavorando. Il signor Kristal aveva detto che, quando arrivarono gli Alleati, nel 1945, pesava una trentina di chili. Tablet Mag ha riferito che l’israeliano, alla vista dei russi liberatori, fu così contento che iniziò a preparare dolci per loro.

Yisrael fu l’unico membro della sua famiglia a scampare all’Olocausto. Tanti lutti, tante lacrime versate, tanti sacrifici ma la speranza c’è sempre stata, nonostante tutto. Dopo la fine della Seconda guerra mondiale, nel 1950, Kristal tornò in Israele con la seconda moglie e il figlio. Aprì una pasticceria e preparò dolci per gran parte della sua vita, fino alla pensione. Durante un’intervista, il longevo israeliano aveva detto: ‘Nonostante tutto quello che ho vissuto e la perdita di tutta la famiglia nell’Olocausto, sono sempre stato ottimista e ho sempre trovato in tutto il lato positivo’.

Yisrael: ottimista e fortunato

I media israeliani hanno riferito che il signor Kristal avrebbe compiuto 114 anni tra un mese, essendo nato il 15 settembre 1903. Ironico su se stesso e profondamente speranzoso, Yisrael diceva che non sapeva perché aveva vissuto così tanto: ‘Ci sono stati uomini più intelligenti, più forti e migliori di me che non sono più vivi’.

Haaretz, tabloid israeliano, ha fatto sapere che le condizioni di salute di Kristal erano peggiorate giovedì scorso; poi la morte, venerdì.

Ottimista, ironico e… fortunato, perché no. Yisrael riuscì infatti ad Auschwitz, al martirio nazista. Tra il 1940 e il 1945 persero la vita circa 1,1 milioni (quasi tutti ebrei europei) nel famigerato campo di sterminio nazista.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.