Uova infette in Europa: tra psicosi e rassicurazioni

By | 11 agosto 2017

Uova tossiche, Commissione Ue invita Belgio e Olanda alla correttezzaSi può parlare di scandalo uova infette in Europa? Difficile dare una risposta certa. Per ora limitiamoci al ‘ni’. Vero è che in molti nazioni europee nelle ultime settimane sono stati ritirati lotti di uova contaminate. In tali alimenti sono state rinvenute tracce di Fipronil, un insetticida venefico che non può assolutamente essere usato per produrre generi alimentari destinati a finire sulle tavole. Giorni fa, uova infette sono state ritirate in molti store tedeschi e olandesi. Disposto immediatamente il divieto di vendita in Belgio. Migros, principale catena di distribuzione elvetica, ha scoperto tracce di Fipronil in diversi lotti di uova provenienti dai Paesi Bassi: il venditore sarebbe M-Budget. Migros, ovviamente, è stata costretta a ritirare dal commercio le uova contenenti la sostanza venefica, appartenenti al lotto con data di scadenza 26 agosto 2017. Un comunicato della grossa catena di distribuzione recita: ‘Tutte le uova M-Budget con data di scadenza a partire dal 27 agosto 2017 non sono interessate dal ritiro’.

Arrestati due manager olandesi

loading...

Successivamente alla diffusione del comunicato, Migros si era resa conto di aver venduto uova contenenti Fipronil, ossia quelle con marchio M-Budget e aventi il seguente numero articolo: 1965.005.015.00. Tutti coloro che hanno acquistato i prodotti infetti devono assolutamente riportarli negli store Migros per il rimborso.

Il Fipronil è un insetticida reputato abbastanza pericoloso per l’uomo, quindi la sua presenza nelle uova mette a rischio l’incolumità di molte persone. Intanto sono avvenuti i primi arresti. La Polizia ha messo le manette a due dirigenti olandesi della Chickfriend che avrebbero utilizzato il Fipronil negli allevamenti di polli. Intanto l’allarme uova infette si estende anche al Lussemburgo, dove sono stati ritirati dagli scaffali i prodotti infetti. Si tratta dell’ottava nazione europea dove sono stati scoperti lotti di uova contaminate. Un portavoce del Governo ha rassicurato i cittadini: in commercio non ci sarebbero più uova tossiche.

Tra ansie e rassicurazioni, quello delle uova tossiche è un tema che sta tenendo banco, da diversi giorni, in Europa. Allerta anche in Gran Bretagna, dove sono state importate circa 700.000 uova contenenti tracce di Fipronil. L’autorità britannica per la sicurezza alimentare ha spiegato che forse ‘il numero di uova che sono arrivate nel Regno Unito sia più vicino a 700.000 anziché a 21.000 che ritenevamo in precedenza fossero state importate’.

Commissione Ue chiede intervento decisivo a Belgio e Olanda

Belgio e Olanda si stanno accusando reciprocamente in merito alla segnalazione tempestiva alle autorità Ue dell’emergenza uova tossiche. Adesso la Commissione europea dice basta ai ‘palleggi’ delle responsabilità ed auspica azioni incisive e trasparenti delle due nazioni. Il portavoce della Commissione Ue, Daniel Rosario, ha affermato: ‘Non è il momento di giocare a puntare il dito l’uno contro l’altro, ma di un’azione decisiva, coordinata e trasparente perché questo si aspettano da noi i cittadini europei’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *