Urina nel centro storico di Domodossola: multa salata per i genitori

By | 1 dicembre 2017

Una ragazzina ha urinato nel centro storico di Domodossola ma è stata immortalata dalle telecamere di sorveglianza. Grazie ai filmati, le forze dell’ordine sono risalite ai genitori e li hanno multati. E’ costato caro alla minorenne urinare a piazza Mercato, zona centrale di Domodossola: i genitori dovranno sborsare 5.000 euro al Comune. L’amministrazione comunale ha recentemente fatto installare nel centro storico 13 telecamere. A breve ne verranno installate altre. Lo scopo è intuibile: garantire l’ordine e la sicurezza pubblica ed identificare gli eventuali  incivili e criminali.

Episodio avvenuto alle 5 di mattina

Se un minorenne viola la legge, a risponderne davanti alle autorità, salvo casi eccezionali, sono sempre i genitori. La minorenne che si trovava a piazza Mercato non pensava che urinare all’aperto sarebbe stato così grave. Adesso ne è cosciente.

L’episodio è avvenuto alle 5 di mattina, quando il centro storico di Domodossola era pressoché vuoto.

Vita dura, dunque, per tutti quelli che si divertono ad insudiciare strade e monumenti di Domodossola. Le tante telecamere allestite ultimamente non perdonano.

Pipì per strada: multa fino a 10.000 euro

Ai genitori piemontesi non è andata, in fin dei conti, così male perché la multa poteva essere più salata. Dall’anno scorso urinare all’aperto non è più un reato ma un illecito amministrativo: chi viene beccato a fare pipì davanti a tutti viene punito con una multa fino a 10.000 euro.

Con la depenalizzazione del reato, urinare all’aperto può costare veramente caro, può costare una multa da 5 a 10.000 euro.

Si può evitare la multa?

C’è un modo per evitare la multa salata in caso di pipì all’aperto? Assolutamente sì. Il  contravventore dovrà dimostrare che il bisogno fisiologico all’aperto non poteva essere contenuto per questioni legate all’età o alla salute.

Chi viene sorpreso ad urinare vicino a un’aiuola o davanti al muro di un palazzo, oggi non deve affrontare un giudizio penale, vedendosi recapitare a casa la contravvenzione. Succede un po’ come quando si viola il codice della strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *