Curiosità

Urina nel tè delle colleghe

Insegnante urina nel tè delle colleghe

Urina nel tè delle colleghe
E’ stato colto in fallo grazie ad una telecamera posta dalle sue colleghe sospettose, l’insegnante di 52 anni che urinava nel tè per vendicarsi dell’atteggiamento poco rispettoso nei suoi confronti subito durante il lavoro. Il sospetto era partito dall’odore e dal sapore strano del tè, hanno confessato le vittime, che hanno così colto in flagrante il collega, Li Kao, di 54 anni e denunciato il fatto alla polizia locale della città di Lianyungang provincia di Jiangsu. L’uomo dopo essere stato arrestato ha dovuto fare dei test in ospedale per assicurarsi che non soffrisse di una qualche grave forma di malattia, come in effetti è stato, altrimenti l’accusa sarebbe potuta essere molto più grave per Li Kao. Ma in realtà Li Kao se l’è cavata soltanto con una severa strigliata d’orecchie da parte della polizia che lo ha invitato infine di non ripetere il suo turpe atto.
Eppure la verità sembrerebbe essere un’altra: le colleghe di Li Kao hanno dichiarato alla polizia di rispettarlo nel modo giusto e che la vendetta di Li Kao è in realtà da attribuire al fatto che non sia riuscito a diventare il direttore della scuola materna.
Erano quattro in tutto le colleghe che sentivano sempre più spesso un odore strano nelle tazze del loro tè, secondo le parole di una do loro, Qiu Li Shih, dell’età di 37 anni, che aveva consigliato inoltre alle altre di mettere una telecamera nella stanza, sebbene nessuna di loro pensasse neanche lontanamente ad un’ipotesi del genere.
Ed è stata lei stessa alla fine ad aver nascosto il suo telefono cellulare in un cesto pieno di giocattoli per bambini: ha detto che è rimasta letteralmente scioccata quando ha visto le immagini che mostravano il collega, Li Kao, urinare all’interno delle loro tazze da tè.
Tutte e quattro le donne si sono rifiutate di tornare a lavorare col collega, ma alla fine un compromesso è stato trovato: l’uomo ha pagato una somma corrispondente a circa 200 euro a ciascuna delle colleghe come risarcimento insieme alla promessa di non compiere più l’orrido misfatto.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.