Cronaca

Urina per strada: 3.000 euro di multa a pachistano

Brescia, urina per strada: multatoE’ costato caro a un 40enne della Vallecamonica, nel Bresciano, urinare per strada. L’uomo dovrà pagare 3.000 euro

 

 

 

Reato depenalizzato

A pochi giorni dalla vittoria in giudizio del prof di filosofia Stefano Rho, licenziato perché non aveva indicato in un’autocertificazione una condanna per aver fatto pipì su un cespuglio, arriva una storia simile. Un uomo di origini pachistane non è riuscito a trattenere la pipì ed è stato multato dai carabinieri. Il reato in questione è “atto contrari alla pubblica decenza”. In realtà si tratta di uno dei reati depenalizzati. Il pachistano, dunque, ha dovuto pagare una sanzione amministrativa ammontante precisamente a 3.333 euro. Mai finora, a Brescia, nessuno era stato multato per un fatto simile. L’immigrato è stato dunque il primo a beccarsi una pesante multa per aver urinato su un muro.

Storia simile a quella del prof Rho

La storia fa tornare inevitabilmente in mente quella del prof di filosofia Rho che, dopo un paio di mesi  dal licenziamento, è stato reintegrato da un giudice di Bergamo, che gli ha anche riconosciuto tutti gli arretrati. Certo, prima di urinare in un luogo pubblico bisogna pensarci, visto che si può incorrere in gravi sanzioni se qualcuno assiste alla scena. Del resto, la Corte di Cassazione, con sentenza n. 40012/11 ha sancito che “urinare in luogo pubblico è reato a prescindere dal fatto che la condotta possa essere stata messa in atto in un luogo buio e appartato”. Per essere condannati, insomma, basta che qualcuno vi scorga mentre urinate su un cespuglio, su un muro o per terra. State attenti!

Fare pipi per strada, sui muri o sui cespugli, in Italia, non è più reato. Chi viene sorpreso ad orinare in un luogo pubblico, quindi, è soggetto ad una sanzione amministrativa alquanto pesante (fino a 10.000 euro). Lo scopo della riforma è quello di convertire in illeciti amministrativi diversi reati, come atti osceni in luogo pubblico.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.