Cronaca

Vaga senza un braccio e con la milza devastata sulla A20

Cammina senza braccio e con milza devastata in autostradaUn trentenne romano, senza il braccio sinistro e con la milza spappolata, è stato notato dai poliziotti mentre vagava sulla A20 Messina-Palermo, nei pressi dello svincolo per Milazzo. L’uomo era sotto choc e pieno di sangue. Sarebbe dovuto scendere alla fermata prima e, accortosi dell’errore, aveva chiesto all’autista del pullman, su cui era salito a Roma, di fermarsi, così da raggiungere a piedi la giusta destinazione. Il romano si era messo, quindi, a camminare sulla corsia d’emergenza finché un’auto non l’ha travolto, tranciandogli il braccio sinistro e devastandogli la milza. Nonostante il dolore, il trentenne ha avuto la forza di rialzarsi e mettersi in cerca di aiuto. Provvidenziale l’intervento di una pattuglia della Polizia, che l’ha subito condotto in ospedale.

Medici tentano di riattaccargli l’arto

I poliziotti hanno trovato l’arto staccato e lo hanno dato ai medici dell’ospedale, che adesso stanno cercando di riattaccarlo al paziente. L’auto che ha travolto il romano si è data alla fuga. Gli agenti stanno cercando il pirata della strada che, come se nulla fosse, ha travolto il trentenne provocandogli molto dolore. Un’estate all’insegna dei gravi incidenti stradali in Sicilia. Il trentenne romano ha rischiato seriamente di morire. Si è salvato ma ha perso un braccio che in queste ore i chirurghi siciliani stanno cercando di riattaccargli. Non è riuscito a salvarsi, invece, un mese fa, il 56enne Salvatore Rigano, vittima di un terribile incidente stradale provinciale 17, che permette di raggiungere Balestrate da Partinico.

Rigano è morto sul colpo in uno scontro frontale. Ferito in modo grave anche un passeggero della Punto. Sempre un mese fa e sempre in Sicilia, precisamente a Raffadali, un 23enne aveva perso la vita in uno schianto frontale. Il terribile episodio era arrivato poco dopo lo schianto letale in cui aveva perso la vita il 24enne Francesco Vassallo, padre di una bambina di soli 8 mesi.

Sicilia: colpa degli incidenti stradali è sempre degli automobilisti?

Non è solo il 2017 ‘l’annus horribilis’ sulle strade siciliane. Anche l’anno scorso, e anni prima, si erano registrati tanti schianti su strade e autostrade dell’isola. Perché tutti questi incidenti? Siamo sicuri che i drammi sulle strade siano sempre e solo imputabili ai comportamenti scorretti degli automobilisti (distrazione, alta velocità, mancato rispetto delle precedenze etc.)? E’ indubbio che le condizioni delle strade dell’isola siano alquanto pietose. Basti guardare lo stato della Messina-Catania, dove la segnaletica langue, i muretti cedono e il manto stradale è incommentabile.

Ovviamente, alla base dell’incidente avvenuto nelle ultime ore sulla Messina-Palermo, che è costato la perdita del braccio al trentenne romano, c’è la negligenza di un automobilista.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.