Vasto, Fabio Di Lello uccide il killer della moglie

By | 1 febbraio 2017

Fabio Di Lello, ricercato per l’omicidio consumatosi nelle ultime ore a Vasto, si è costituito. Prima, però, l’uomo aveva telefonato a un amico per dirgli che aveva trucidato Italo D’Elisa, colui che aveva trucidato sua moglie. Dopo aver chiamato l’amico, Di Lello si sarebbe recato al cimitero per salutare la sua Roberta e poi avrebbe contattato il suo avvocato, Giovanni Cerella.

Pistola trovata sulla tomba di Roberta Smargiassi

loading...

Sulla tomba di Roberta Smargiassi, moglie di Fabio Di Lello, i carabinieri hanno trovato l’arma con cui è stato commesso l’omicidio delle ultime ore. Di Lello si è presentato alla caserma dei carabinieri con il suo legale. Dopo la morte di sua moglie, Fabio sperava che le autorità avrebbero fatto chiarezza sulla vicenda e reso giustizia alla sua compagna. Niente. Alla fine, l’uomo ha deciso di farsi giustizia da solo. Oggi ha atteso che Italo D’Elisa, il killer di Roberta, uscisse dal bar ‘Drink Water’ e, dopo aver scambiato qualche parola con lui, ha estratto la sua pistola ed ha premuto il grilletto. D’Elisa è stato raggiunto da tre colpi all’addome ed è deceduto. Era indagato per omicidio stradale.

Italo D’Elisa indagato per omicidio stradale

Fabio Di Lello ha ucciso il killer di sua moglie con una pistola semiautomatica, ritrovata dai militari proprio sulla tomba di Roberta. Di Lello, probabilmente, meditava da tempo di compiere tale gesto. La morte dell’amata moglie lo aveva distrutto. Il ventenne Italo D’Elisa, nel 2016, aveva falciato Roberta. Solo ultimamente l’uomo era stato indagato per omicidio stradale. Di Lello avrebbe voluto una risposta rapida e forte della giustizia. Invece niente. Ha deciso di farsi giustizia da solo. Una decisione che, però, pagherà a caro prezzo.

Roberta Smargiassi, lo scorso luglio, si stava recando dai genitori, a Vasto, con il suo motorino. All’incrocio tra viale Giulio Cesare e corso Mazzini, però, venne travolta dalla Fiat Punto guidata dal ventenne Italo D’Elisa. La donna venne sbalzata per terra e lo scooter andò a finire contro un semaforo.  Un incidente pazzesco. Prima di recarsi dai suoi, Roberta aveva telefonato alla madre, a cui aveva detto.  ‘Mamma sto arrivando’.

La moglie di Fabio Di Lello venne subito trasportata in ospedale, dopo l’incidente, ma i medici non riuscirono a salvarla. Troppo profonde le ferite riportate.  Aveva 34 anni. Fabio e Roberta erano convolati a nozze da poco tempo. I giudici di Vasto avevano aperto un fascicolo per omicidio stradale. Le indagini si erano concluse lo scorso novembre.

Il legale dei parenti di D’Elisa, Pompeo Del Re, ha detto che il delitto che si è consumato oggi è decisamente premeditato. Di Lello, secondo l’avvocato, avrebbe ordito l’omicidio di Italo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *