Cronaca

Velletri, bullismo a scuola: costringe compagno ad infilare la testa nel wc

A Velletri, un paese dei Castelli Romani, in provincia di Roma, si è verificato un episodio di bullismo. I protagonisti sono due bambini delle scuole elementari. Uno di loro è stato costretto a mettere la testa nel water, incredibile la giustificazione del bambino: ha visto la scena in tv.

Testa nel water, bullismo a Velletri

Un bambino di 9 anni che frequenta la quarta elementare di una scuola di Velletri ha costretto il compagno di classe e coetaneo ad infilare la testa nel water della scuola, dopo ha tirato lo sciacquone. I due bambini sono amici per questo sembra molto strano quanto accaduto. I docenti hanno dovuto chiamare i genitori per riferire i fatti. Il piccolo bulletto ha candidamente ammesso di aver visto la scena in televisione e che tutti ridevano quindi anche per lui era qualcosa di divertente. Non ha pensato che poteva mettere in pericolo l’amichetto.

Gesto gravissimo, le parole del preside

Il preside ha dichiarato al Messaggero che il bambino ignorava le conseguenze del gesto, ha agito con superficialità. Data la gravità del gesto, dopo che sono stati convocati i genitori dei bambini coinvolti, la scuola ha messo in atto tutte le procedure che solitamente vengono attivate quando si verificano episodi particolari, anche meno gravi di questo che è l’unico. I docenti sono impegnati in delicati incontri di sensibilizzazione, interventi educativi per spiegare quali sono i comportamenti corretti da tenere a scuola. Il bambino autore del gesto è molto vivace, così come segnalato dal preside che ha confermato la versione dei fatti fornita, non può essere definito un vero e proprio bullo.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.