Cronaca

Venezuela alla fame, file interminabili davanti ai supermarket

Venezuela: cittadini allo stremo, file davanti ai negoziLa povertà venezuelana ha raggiunto livelli allarmanti. La popolazione ha fame e Maduro sembra disinteressato. Nei giorni scorsi si erano formate file interminabili davanti ad alcuni supermarket di Caracas perché il presidente Maduro aveva ordinato il taglio dei prezzi. Caos totale generato da tante persone che speravano di acquistare generi alimentari a prezzi ridotti. I venezuelani sono disperati, in balia di una persona che ha messo in ginocchio il Paese.

Tasso d’inflazione particolare

Sono state diffuse, di recente, molte foto che ritraggono moltissimi venezuelani affamati davanti ai supermercati di Caracas.

Il presidente Nicolas Maduro aveva ordinato ad oltre 200 supermercati di riportare i prezzi ai livelli del mese precedente. Il tasso d’inflazione venezuelano è il più veloce del mondo.

La notizia della diminuzione dei prezzi ha portato la popolazione a riversarsi davanti ai negozi addirittura prima dell’alba. Quando uno dei maggiori negozi di Caracas tardava ad aprire, la gente ha iniziato a dare pugni contro le serrande, esclamando: ‘Siamo affamati! Vogliamo cibo!’.

Pensionati e bimbi disabili in fila

Davanti ai supermarket anche tanti, bimbi, pensionati e piccoli con disabilità.

‘Questo mi spaventa, ma cosa posso fare? Questo è il peggior Governo. Vogliamo uscire da Maduro’, ha detto Francisco Guaita, un falegname in cerca di alimenti per i suoi 3 figli.

Il socialista Maduro, eletto dopo Hugo Chavez, nel 2013, ritiene di essere vittima di una ‘guerra economica’ condotta dagli Usa. L’obiettivo degli Stati Uniti, secondo il leader venezuelano, è sovvertire il suo Governo.

La maggioranza dei venezuelani reputa un disastro la politica di Maduro, che ha ridotto, è proprio il caso di dirlo, la nazione alla fame.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.