Vercelli, maestre d’asilo che picchiano i bambini inchiodate dalle telecamere

By | 23 novembre 2017

Un altro caso di abusi a scuola. Nelle ultime ore sono finite ai domiciliari 3 maestre di una scuola per l’infanzia di Vercelli con l’accusa di maltrattamenti sui bambini. In base alle ultime informazioni, il comportamento delle 3 educatrici in classe sarebbe stato agghiacciante. I piccoli sono stati spesso presi a schiaffi, spintonati e umiliati. A confermare l’atteggiamento brutale delle maestre ci sono i filmati riprese dalle telecamere di videosorveglianza installate dai carabinieri su ordine della Procura. La storia è venuta alla ribalta grazie alla denuncia di un genitore.

La denuncia della mamma di un bimbo

In quella scuola per l’infanzia di Vercelli si sentivano urla tutti i giorni. Quelle 3 maestre terrorizzavano e mortificavano gli alunni con schiaffi, spintoni e minacce. Grazie all’operazione ‘Tutti giù per terra’, però, sono state scoperte ed arrestate. Tutto è partito dalla denuncia della mamma di un bimbo

Dalle telecamere di videosorveglianza poste nella scuola piemontese sono emersi ben 52 casi di abusi. Quelle maestre non si comportavano indubbiamente come avrebbero dovuto in classe. Nelle prossime ore la Polizia fornirà altre informazioni sulla nauseante vicenda. Dei 52 episodi di maltrattamenti, una ventina sono stati definiti di ‘maggiore gravità’.

I militari avevano installato le telecamere nei vari locali scolastici, ad esempio nella mensa, nella palestra e nel corridoio. Quelle maestre, alla fine, sono state inchiodate.

Davanti ai quei filmati agghiaccianti, gli inquirenti non hanno potuto fare altro che arrestare le 3 insegnanti.

Gli agenti della Squadra mobile della cittadina piemontese hanno anche sentito tanti genitori degli alunni ed altri maestri che insegnano nella scuola materna. Sembra che tanti bimbi, negli ultimi tempi, fossero stati allontanati dalla scuola per l’atteggiamento vergognoso delle maestre.

Tra qualche giorno le maestre arrestate verranno sentite dal gip. Nelle prossime ore invece si recheranno in Questura anche i genitori dei piccoli picchiati e terrorizzati in classe.

Maestre violente: casi in aumento

Purtroppo sempre più spesso, negli ultimi anni, si sente parlare di maestre aggressive in classe, come quelle arrestate nelle ultime ore a Vercelli.

L’unica colpa dei piccoli è di trovarsi nel punto sbagliato al momento sbagliato. Tanti fatti di cronaca vedono protagoniste maestre insensibili che, senza remore, strattonano, picchiano, offendono e insultano bimbi piccoli, anche under 3.

Nelle scuole dell’infanzia, recentemente, si sono registrati tanti casi di grave incuria educativa e di punizioni gratuite e immotivate. Tanti adulti e teenager dicono di essere stati vittime di abusi nella scuola dell’infanzia. Abusi che non vengono mai dimenticati. Fatti del genere, del resto, non si possono obliare.

I sintomi dei presunti abusi

Non è difficile, per i genitori, rendersi conto che il bimbo ha problemi alla scuola materna. Secondo esperti e psicologi ci sono dei sintomi da non trascurare. Bisogna preoccuparsi, ad esempio, se il piccolo all’improvviso non vuole più recarsi a scuola, non vuole alzarsi e vestirsi. Se tale atteggiamento è persistente c’è qualcosa che non va.

Papà e mamma inoltre devono riflettere sul modo in cui giocano i bimbi e ai loro disegni. Non di rado i minori esprimono quello che provano, quindi anche le loro ansie e le loro paure, mediante i disegni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *