Verona, bimbo di 4 anni si chiude nel bagagliaio: morto per il caldo

By | 17 agosto 2017

Verona, bimbo muore di caldo nel bagagliaio dell'autoUn tragico Ferragosto per una famiglia di San Giovanni Lupatoto, in provincia di Verona, dove un bimbo di soli 4 anni è morto dopo essersi rinchiuso nel bagagliaio dell’auto. Il decesso del piccolo è avvenuto ieri. I medici di Verona non sono riusciti a salvarlo. 30 minuti in una macchina con i finestrini chiusi, in questi giorni di gran caldo, sono stati fatali per il piccolo di San Giovanni Lupatoto. Non appena la madre si era accorta che il figlioletto si era nascosto in quel posto aveva allertato il personale sanitario. Il minore era stato subito trasportato all’ospedale di Verona, dove però è deceduto ieri. La madre e i parenti del bimbo sono addolorati. La donna, italiana e quarantenne, ha detto: ‘Pensavo fosse assieme a suo fratello gemello ma questi mi ha risposto che il bambino si trovava giù in cortile a giocare. Sono scesa e ho visto la finestra a aperta, l’ho cercato nel giardino, ma niente. Poi sono passata vicino alla macchina, e lì l’ho visto, sdraiato dentro, nel bagagliaio, aveva già iniziato ad avere delle convulsioni…’.

Ferragosto tragico a San Giovanni Lupatoto

Drammatico il racconto della mamma veronese che, a Ferragosto, ha visto il figlioletto di soli 4 anni in fin di vita in macchina. Una svista fatale. La donna credeva che il piccolo stesse giocando coi fratellini, invece, per qualche motivo, aveva preferito entrare nel bagagliaio dell’auto. Un gesto che gli è costato la vita.

Il bimbo è morto ieri nel nosocomio di Verona, dove era arrivato con l’eliambulanza. Il personale sanitario ha cercato di fare tutto il possibile per salvarlo. La mamma del minorenne ha affermato, ricordando quei tragici momenti: ‘Gli ho versato una secchiata di acqua fredda, poverino, ma ormai… Sarà rimasto dentro l’auto una mezz’ora, ma faceva caldo e i finestrini erano chiusi, non aveva modo di respirare o di uscire’.

Il bimbo non avrebbe mai ripreso conoscenza

Il piccolo di San Giovanni Lupatoto, dopo aver perso conoscenza per il gran caldo, non si sarebbe più svegliato. La madre, scioccata alla vista del figlio in tali condizioni, non aveva potuto fare altro che chiamare il 118. Gli operatori sanitari le avevano consigliato di ‘girarlo su un fianco e bagnarlo con dell’acqua’. La donna aveva fatto come le era stato detto ma il bimbo non si era ripreso: aveva perso i sensi.

Il caldo ha ucciso un’altra persona in Italia. Il bimbo morto nelle ultime ore avrebbe compiuto 5 anni tra qualche giorno. I genitori (madre italiana e padre straniero) sono abbastanza conosciuti e benvoluti a San Giovanni Lupatoto, dove vivono da diversi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.