Viaggiatore del tempo nell’incontro Tyson vs McNeeley?

By | 17 maggio 2016

E’ mistero su un video postato su YouTube dall’utente JammyBantam, che ritrae un incontro di boxe tra Mike Tyson e Peter McNeeley, disputatosi a Las Vegas nel 1995. In prima fila si nota uno spettatore che immortala il match con uno smartphone. Sembrerebbe tutto normale se non riflettessimo sulla data dell’incontro: 19 agosto 1995. In quel periodo non esistevano gli smartphone e l’idea di cellulare che scattava foto era solo nell’anticamera del cervello di qualche esperto di hi-tech. Coma faceva, allora, quella persona a possedere un oggetto del genere? Nelle ultime ore sono state avanzate svariate ipotesi, diverse anche stravaganti: c’è chi, ad esempio, parla di un viaggiatore nel tempo, proprio come Michael J. Fox nel film “Ritorno al Futuro” e chi ritiene che a quell’incontro partecipò un alieno. I meno fantasiosi, invece, ritengono che quello spettatore avesse una delle prime fotocamere digitali qv-100 Casio, vendute già nel 1995. Sarà, ma il video è diventato virale, essendo stato già visualizzato oltre 4 milioni di volte.

Nel 1995 neanche i ricchi possedevano cellulari con fotocamera. Su Wikipedia si legge che il primo cellulare con fotocamera venne venduto in Giappone nel 2000, anche se è probabile che i primi esemplari iniziarono a circolare già nel 1999. L’incontro tra Tyson e McNeeley, però, risale al 1995. Molti sostengono che quello in prima fila è proprio un viaggiatore del tempo. Voi che ne pensate? E’ presto per giungere a conclusioni fantasiose. La tesi più verosimile è quella della fotocamera digitale qv-1o0 Casio. Certo, l’ipotesi di viaggiare nel tempo è affascinante. Ci sono viaggiatori del tempo tra noi oppure è tutta fantasia? Vero è che all’uomo piace fantasticare, da sempre, e fare ipotesi strambe come quella del viaggiatore del tempo all’incontro di pugilato tra ‘Iron Mike’ e McNeeley. Siamo sinceri: chi non vorrebbe tornare per un attimo nel passato o dare uno sguardo al futuro? E’ decisamente suggestiva l’idea di viaggiare nel tempo, che è nella mente di molti bimbi, ma anche di adulti e scienziati. Nel 2000, un certo John Titor iniziò a postare su diversi forum dedicati ai viaggi nel tempo messaggi con cui sottolineava di provenire dal futuro, dal 2036, essendo un soldato al servizio del Governo. L’uomo aveva affermato altresì di essere stato spedito nel passato per appropriarsi del primo pc venduto dalla IBM, posseduto da suo nonno, un ingegnere di Rochester. L’ultimo post di Titon risale al 24 marzo 2001, con cui annunciò che sarebbe tornato nel 2036. Da quel momento in poi l’uomo non si è fatto più sentire. Il filmato che circola su YouTube, che ritrae uno spettatore con in mano quello che sembra uno smartphone, non è l’unico del genere. E’ ancora avvolta nel mistero, infatti, la foto del 1941 scattata durante l’inaugurazione del ponte di South Fork, nella British Columbia. Nello scatto si nota un giovane con vestiti troppo moderni rispetto ai tempi, nonché con un taglio di capelli strano per l’epoca. Anche in tal caso, molti hanno ritenuto che quel ragazzo fosse un crononauta, visto che quello scatto non è un fotomontaggio.

loading...

Esistono, allora, i viaggiatori del tempo? I visionari rispondono affermativamente; i realisti, invece, sono molto scettici. La materia calamita l’attenzione anche di molti scienziati. Qualche anno fa, ad esempio, due ricercatori statunitensi del Dipartimento di Fisica della Michigan Technological University, Robert J. Nemiroff e Teresa Wilson, si sono messi a cercare i crononauti mediante Facebook e Twitter. I test, però, non hanno permesso di scoprire nulla: i risultati, perciò, non sono stati esaltanti. L’importanza di tale tipologia di ricerca, al di là del risultato fallimentare, ha permesso di riflettere sugli attuali limiti della scienza. Al termine dello studio, i due esperti americani scrissero:

“I risultati negativi non smentiscono la possibilità di viaggi nel passato ma, data la grande portata di Internet, questa è forse la più completa ricerca fino ad oggi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *