Vicepremier australiano si dimette: ha messo incinta l’amante

By | 23 febbraio 2018

barnaby-joyce-dimissioni-australiaTravolto da una forte bufera, il vicepremier australiano Barnaby Joyce ha deciso di rassegnare le sue dimissioni. L’influente politico resterà comunque un membro del Parlamento, visto che le sue dimissioni riguardano la compagine governativa. Joyce è stato criticato, negli ultimi tempi, per aver confessato di aver messo incinta la sua amante, ovvero la sua ex addetta stampa.

‘Uno scioccante errore di giudizio’

Il premier australiano Malcolm Turnbull si trova attualmente negli Usa, quindi il vicepremier ha dovuto rassegnare le sue dimissioni al ministro delle Finanze Mathias Cormann. ‘Lunedì mattina, nel corso di un incontro di partito, mi dimetterò da leader del Partito nazionale e da vicepremier’, ha affermato Joyce ai microfoni di numerosi tabloid locali. Il primo ministro Turnbull aveva definito il rapporto extraconiugale del suo vice con una donna molto più giovane di lui ‘uno scioccante errore di giudizio’, obbligandolo a congedarsi per una settimana. Il vicepremier è sposato e padre di 4 figli.

Lo scandalo Joyce ha portato il primo ministro australiano a vietare i rapporti ‘intimi’ tra i ministri e le dipendenti. Il vicepremier dimissionario ha detto addio anche alla leadership del partito Nazionale, che sta al Governo insieme al Partito Liberale del premier Turnbull.

La denuncia per molestie

Joyce è stato messo con le spalle al muro dopo la denuncia per molestie sporta da una donna australiana. Il vicepremier resterà comunque un componente del Parlamento, quindi non perderà il suo seggio di deputato per gli elettori di New England. E’ da un bel po’ di tempo che in Australia si parla della relazione extraconiugale del vicepremier con Vikki Campion, la sua ex addetta stampa. Su diversi tabloid sono apparse immagini della donna incinta. Il padre del bebè è proprio Joyce.

I conservatori, irritati per quelle foto, avevano subito chiesto a Turnbull di allontanare Joyce dal Governo. L’indignazione era dovuta anche al conferimento alla Campion di un incarico migliore e più remunerato.

Le accuse

Barnaby Joyce ha affermato che, negli ultimi tempi, ha dovuto tollerare tantissime accuse, che a un certo punto, sono diventate insostenibili. L’uomo ha però precisato che è stata la denuncia di molestie sessuali ‘la goccia che ha fatto traboccare il vaso’. Il leader non ha sopportato la forte attenzione dei media verso la sua relazione con la Campion, attenzione che ha portato alla pubblicazione di molte foto ritraenti la donna in dolce attesa, con il pancione in bella vista.

Lo scorso febbraio Joyce aveva ammesso di avere una relazione extraconiugale e di aver messo incinta l’amante, confermando di fatto le voci che circolavano da tempo. Il vicepremier però non si era dimesso, affermando che si trattava di una questione privata. Ieri, però, il partito di Joyce avrebbe ricevuto un reclamo formale verso il suo leader, accusandolo di molestie sessuali. La CNN ha contattato il partito Nazionale per ottenere chiarimenti a riguardo ma non ha ancora ottenuto una risposta.

Joyce voleva sopprimere i cani di Johnny Depp

Il numero uno del partito nazionale ha detto ai giornalisti di essersi dimesso per accantonare ‘questa attuale cacofonia di problemi’ e non turbare la serenità della sua compagna e della sua famiglia. ‘È stato un incredibile privilegio ricoprire la carica di vice primo ministro dell’Australia’, ha detto Joyce nelle ultime ore, aggiungendo poi: ‘Nell’ultima metà del mese c’è stata una litania di accuse… Credo che nessuna di loro sia stata sostenuta’. Joyce ha assicurato che chiederà subito un voto per scegliere un nuovo vice primo ministro.

Lo scorso dicembre, mediante un comunicato trasmesso al Parlamento, Joyce aveva rivelato la separazione dalla moglie. Era stato proprio l’affaire Joyce ad indurre il premier Turnbull a vietare i rapporti ‘intimi’, in Australia, tra ministri e loro dipendenti.

Il premier australiano, riferendosi a Joyce, ha detto nelle ultime ore che è stato un grande ‘sostenitore dell’Australia rurale e regionale’. Il vice premier australiano è sempre stato una figura controversa. Nel 2016, ad esempio, minacciò di sopprimere i due cani dell’attore Johnny Depp, Pistol e Boo, poiché erano stati portati illegalmente in Australia. Parole che destarono scalpore e fecero indignare l’attore hollywoodiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.