Cronaca

Vincenzo De Luca, respinta mozione di sfiducia: quelle fritture di pesce sono meno indigeste

Un presunto voto di scambio in Campania aveva portato alla mozione di sfiducia del governatore Vincenzo De Luca. La mozione di sfiducia, comunque, è stata respinta dal Consiglio regionale campano. Comunque sono molti in tale regione che reputano De Luca inadeguato a governare una regione come la Campania.

Il M5S vuole defenestrare Vincenzo De Luca

Il M5S vuole mandare a casa De Luca, lo farà con tutte le sue forze. A ricordarlo, nelle ultime ore, è stato anche il grillino Ciarambino: ‘Fotografiamo con sconcerto il livello di degrado in cui De Luca e la sua maggioranza hanno fatto sprofondare le nostre istituzioni regionali, si mettano l’anima in pace’. La Procura di Napoli intanto ha aperto un fascicolo sulla presunta istigazione al voto di scambio. Il governatore, prima del recente referendum costituzionale, si sarebbe incontrato con 300 amministratori locali e li avrebbe esortati a darsi da fare per ottenere un grande numero di sì. In particolare, De Luca avrebbe invitato i sindaci ad offrire agli elettori fritture di pesce e non gite in barca per ottenere i sì.

Le parole del governatore campano sono balzate anche sulle scrivanie della Procura di Napoli; parole che, per De Luca, rappresentano delle mere ‘battute goliardiche’. Prima del referendum, il presidente aveva detto che era necessario che vincesse il sì perché così la Regione avrebbe ottenuto più fondi dal Governo.

Il pm Stefania Buda, che conduce l’inchiesta diretta dal procuratore aggiunto Alfonso D’Avino, ascolterà diverse persone, tra cui i promotori del summit in un albergo di Napoli tra De Luca e molti sindaci.

De Magistris non commenta le parole di Vincenzo De Luca

Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha detto che non commenta, per ora, fatti che, forse, non sono neanche veri. L’ex pm ha sottolineato poi che l’iscrizione di Vincenzo De Luca nel registro degli indagati per un presunto voto di scambio è un atto dovuto. Il primo cittadino di Napoli, comunque, non approva la dialettica politica del presidente della Regione Campania: ‘Prendo le distanze dal metodo, dal contenuto e dalle forme di alcune persone che hanno tentato di orientare verso il sì’.

I napoletani, secondo De Magistris, nonostante le ‘fritture di pesce’ offerte non si sono fatti suggestionare, tanto è vero che il no ha stravinto.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.