Cronaca

Violento terremoto nel centro Italia: morti ad Amatrice e Accumoli

Il centro Italia è stato sferzato da un violento terremoto, che ha provocato danni e morti. Ad Amatrice ed Accumoli si contano le vittime. Tanti i feriti. La scossa è stata avvertita anche ad Assisi ma la Basilica inferiore e quella superiore non sono state danneggiate.

I soccorritori scavano tra le macerie

I danni maggiori causati dal terremoto delle ultime ore nel centro Italia sono stati registrati ad Amatrice, dove sono morte due persone. Il bilancio, comunque, non è definitivo. I soccorritori scavano tra le macerie. Un ponte, nel Comune in provincia di Rieti, sta per crollare. Danneggiato anche l’ospedale: i feriti sono curati per strada, sulle barelle. Una scossa sismica, registrata alle 3.36, aveva una magnitudo 6.0. Il sindaco di Accumoli, Stefano Petrucci, ha affermato che almeno una persona ha perso la vita. Una famiglia formata da 4 persone, inoltre, si trova ancora sotto le macerie.

Dilaniata dal violento terremoto anche Arquata del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, dove hanno perso la vita 3 persone. Nelle ultime ore sono state avvertite altre scosse, anche se di minore intensità, nel Reatino e nel Perugino. La Protezione civile ha già spedito mezzi speciali nelle zone colpite dal terremoto. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi monitora la situazione.

Accumoli: paese privo di corrente

Il sindaco di Accumoli è disperato per i danni, i feriti e la vittima: il paese è privo di corrente e telefoni. Una situazione catastrofica. Uno dei Comuni più colpiti dal sisma è certamente, oltre ad Amatrice e Accumoli, Arquata del Tronto dove molte persone sono ancora sotto le macerie. I volontari della Protezione civile ma anche i vigili del fuoco, i carabinieri e i poliziotti scavano tra i detriti.

Il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, ha dichiarato che il 50% del paese è stato ‘spazzato’ via dal terremoto. Si sentono voci sotto le macerie. I cittadini sono stati mandati negli impianti sportivi. Il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, ha detto che il terremoto delle ultime ore è simile a quello dell’Aquila nel 2009.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.