Virginia Raggi e lo scandalo polizza vita: la rabbia di Carlo Verdone

By | 5 febbraio 2017

In questi giorni non si fa altro che parlare del caso sulla polizza vita da trentamila euro stipulata da Salvatore Romeo in favore della sindaca di Roma, Virginia Raggi. C’è chi è infuriato e deluso, e chi fa ironia sul web. Sui social, negli ultimi giorni, sono stati postati moltissimi messaggi sarcastici sull’affaire Raggi-Romeo. Tra i delusi e tristi per quello che sta accadendo a Roma c’è un grande attore che conosce bene la città: Carlo Verdone.

Scandalo da commedia all’italiana

L’ansia e la preoccupazione di Carlo Verdone sono dovute al fatto che sembra non ci siano ‘vie d’uscita’ a una situazione che rievoca le trame dei migliori film della commedia all’italiana. Stavolta, però, all’attore e regista romano non viene da ridere. Nel corso di una lunga intervista rilasciata alla ‘Stampa’, ha chiosato gli episodi che, nelle ultime ore, non hanno fatto certamente onore all’amministrazione capitolina. Verdone, insomma, è rimasto deluso anche dai grillini, sottolineando che la storia non cambia mai, che tutto è dominato sempre dal ‘damme tutto a me che ce penso io, che c’ho gli amici giusti’. Tutto ciò è aberrante per il grande attore romano.

Virginia Raggi ha la stoffa per governare la ‘città eterna’?

Probabilmente, Virginia Raggi non ha la stoffa per fare il sindaco di Roma, ma Carlo Verdone non la censura in pieno, essendo pronto a darle un’altra, ultima, possibilità. Per il cineasta, la ‘città eterna’ è da anni in balia di vari gruppi che si contendono il potere. Roma, inoltre, soffoca per l’eccessiva burocrazia, per tutto quel sottobosco creato per favorire gli amici di amici. Verdone è stanco di tutto ciò è vorrebbe vedere ‘risorgere’ la città che gli diede i natali e dove vive.

La Pasquinata 2.0 di Wikipedia

loading...

Intanto la Raggi è diventata bersaglio del dileggio di molti romani e italiani. Ieri è stata presa di mira persino da Wikipedia. Ieri, verso le 17, sulla pagina della sindaca c’era scritto: ‘Sindaco di Roma, ma a sua insaputa’. La parodia 2.0, comunque, non è durata molto perché chi monitora il portale ha subito eliminato tali parole. Chiaramente, anche per i ‘controllori’ di Wikipedia ‘er sinnaco nun se tocca’.

Andrea Scanzi approva il pensiero di Travaglio

Tra coloro che sono convinti dell’inadeguatezza della Raggi a governare Roma c’e anche una ‘firma di spicco’ del Fatto Quotidiano, Andrea Scanzi. Questo, nelle ultime ore, ha ribadito che più passa il tempo e più è certo che Virginia sia incapace di amministrare una città come Roma, condividendo le parole scritte recentemente dal grande giornalista italiano Marco Travaglio: ‘Noi italiani siamo sempre condannati a scegliere fra mascalzoni e coglioni’. Scanzi non pensa che la Raggi sia una mascalzona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *