Virginia Raggi firma ordinanza anti alcol: movida responsabile

By | 6 luglio 2017

Roma, Raggi firma ordinanza anti alcolIl sindaco di Roma Virginia Raggi ha firmato l’ordinanza che vieta la vendita e il consumo di alcol in determinate zone della Capitale e in determinati orari. Il primi cittadino della ‘città eterna’ esorta così romani e turisti a divertirsi nelle ore notturne in modo responsabile, evitando di turbare la quiete pubblica e provocare danni. Il provvedimento sarà valido dal 7 luglio, quindi domani, al 31 ottobre 2017. In certe aree della Capitale, dunque, saranno vietate la somministrazione, la vendita e il consumo di bibite alcoliche e superalcoliche in determinati orari. L’ordinanza non è molto diversa da quelle approvate in passato a Roma. Le zone maggiormente interessate dall’ordinanza sono quelle dove, nelle ore notturne, generalmente si assume molto alcol e, quindi, c’è il rischio di episodi scandalosi, come Trastevere, Testaccio, Monti, San Lorenzo e Ostia.

Multe salate per i trasgressori

Chi verrà sorpreso a bere alcolici o superalcolici nella fascia oraria e nelle aree stabilite dall’ordinanza appena firmata dalla sindaca Virginia Raggi verrà sanzionato con una multa da 150 euro. Chi vende o somministra alcolici e superalcolici, invece, è soggetto a una multa da 280 euro. Vita dura, insomma, per chi vuole divertirsi con l’alcol, all’aperto, in molte zone della Capitale. Tutti gli esercenti romani, inoltre, dovranno apporre all’esterno e all’interno dei loro locali il testo dell’ordinanza anti alcol, tradotto in quattro lingue. Nel provvedimento viene sottolineato che la misura risponde all’esigenza di garantire serate tranquille nella Capitale ed evitare episodi correlati a un eccessivo consumo di alcolici e superalcolici. Rispetto agli altri anni, le zone interessate dall’ordinanza sono di più: 14 Municipi su 15. Sul sito web di Roma Capitale sono indicate le vie dove sarà in vigore l’ordinanza. In tali zone e in certi orari gli alcolici saranno banditi. Non potranno essere venduti, somministrati e consumati. Rischiano grosso, dunque, anche gli esercenti. ‘La città è di tutti e dobbiamo rispettarla’. Con queste parole, Virginia Raggi ha augurato ai romani e ai turisti di divertirsi a Roma in maniera responsabile.

Boccea resta fuori dall’ordinanza

C’è chi ha notato un particolare: l’ordinanza anti alcol riguarda tutti i Municipi eccetto Boccea, quello dove lei risiede. Un caso? Su Facebook la sindaca ha esortato tutti al buon senso e al rispetto della Capitale. Divertimento sì, ma con moderazione e responsabilità. Sono ormai diversi anni che, in estate, viene emanata l’ordinanza anti alcol a Roma, un provvedimento che dovrebbe rendere felici i residenti nel centro storico e gli esercenti. L’ordinanza mira a vietare brutti episodi e il degrado dovuto all’abuso di sostanze alcoliche. Ogni anni, però, tale ordinanza genera polemiche per vari motivi, in primis quello delle aree interessate. Un paio di anni fa, ad esempio, era rimasto fuori il quartiere Montesacro; quest’anno, invece, la stessa sorte è toccata a Boccea. Come mai?

L’ordinanza anti alcol farà discutere nuovamente, anche quest’anno. Anche nel 2017. Sì perché c’è chi ritiene inutile tale misura. Il motivo? Molti turisti e romani non la rispetteranno di certo. Siamo sicuri che è un’ordinanza anti alcol a rendere le persone più responsabili? Non sarebbe meglio educare i propri figli ad avere più rispetto per se stessi e per gli altri?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.