Visita cardiochirurgica rinviata, sbotta su Facebook e muore

By | 20 gennaio 2018
loading...

Mirella Ottonello muore dopo rinvio dell'esame cardiochirurgicoUna storia triste, l’ennesima in una nazione che spesso sembra non curarsi dei suoi cittadini. Una 58enne ligure, con problemi di cuore, attendeva da molto tempo quella visita cardiochirurgica all’ospedale San Martino. Giovedì scorso, però, sulla testa della 58enne era caduta una grossa ‘tegola’. Il nosocomio l’aveva informata del rinvio dell’esame. Mirella Ottonello si è sentita raggirata da quella sanità che aveva servito per anni. Sì perché la 58enne era un’ex infermiera professionale ed aveva lavorato in diverse strutture sanitarie liguri.

Infermiera professionale solerte

Mirella era stata un’infermiera professionale encomiabile. Aveva sempre lavorato alacremente, trascurando spesso la famiglia per il benessere dei pazienti. Una vita spesa per la sanità italiana, la stessa sanità che alla fine l’ha tradita.

Dopo tante flebo messe ai pazienti, prelievi di sangue ed altre attività importanti presso strutture sanitarie liguri, la signora Ottonello era stata costretta ad andare in pensione. Il suo cuore aveva qualche problema.

L’infarto dopo il post su Fb

Mirella voleva sottoporsi al più presto a quell’accertamento cardiochirugico e quando ha appreso del rinvio si è indignata, sfogando la sua rabbia su Facebook. Dopo quel post sul noto social, la 58enne è stata colta da un infarto letale.

Il dramma è avvenuto giovedì scorso. Ecco il post, mesto, pubblicato da Mirella su Facebook: ‘Non trovo possibile esser trattata come una nullità dalla sanità. Mi hanno rimandato l’appuntamento cardiochirurgico già due volte! Ma si può esser trattati cosi’.

Dopo qualche minuto, il cuore della 58enne ha smesso di battere. Luigi, marito dell’ex infermiera, precisa che i termini usati da Mirella non erano affatto offensivi: ‘Mirella era stata operata e sapeva di dover tornare sotto i ferri. Ma prima c’era da fare quella visita cardiochirurgica. E aspettava. L’avevano annullata una prima volta e programmata per giovedì, ma ci hanno telefonato e ci hanno detto che bisognava rinviare di nuovo perché il medico era malato’.

Mirella era molto felice, negli ultimi tempi, perché presto sarebbe diventata nonna. Purtroppo, il destino non le ha permesso di vedere e abbracciare il nipotino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *