Cronaca

Vittorio Feltri anti immigrati: ‘Portano miseria e malattie’

Vittorio Feltri Ostile ai Migranti perché Portano Miseria e MalattieIl direttore editoriale di Libero, Vittorio Feltri, ha espresso la sua visione sull’immigrazione spregiudicata in Italia e sulla vicenda della bimba morta di malaria a Trento. Ai microfoni de ‘La Zanzara’ Feltri ha espresso termini forti, per certi versi estremi e contrari senza dubbio a tutto ciò che ruota attorno all’integrazione. Anche il conduttore della trasmissione, David Parenzo, è rimasto perplesso, sottolineando che non sussiste alcun legame tra la morte della ragazzina di Trento e le due minorenni del Burkina Faso. Per Vittorio Feltri, invece, il nesso c’è, eccome. Soffermandosi sul titolo di un articolo recentemente pubblicato su Libero, ‘Dopo la miseria, portano le malattie’, il direttore editoriale di Libero ha puntualizzato: ‘E’ un titolo fattuale, riflette la realtà. Lo condivido, ovviamente, anche se il direttore responsabile è Pietro Senaldi’. Durante l’intervista, Parenzo ha interrotto più di una volta Feltri che, a un certo momento, si è risentito, dicendo di non avere certamente la ‘foga di sinistra di Parenzo’.

Malattie ritornano per l’immigrazione incontrollata

Un’intervista alquanto accesa quella rilasciata, di recente, da Vittorio Feltri a ‘La Zanzara’. Che il direttore editoriale di Libero non sia vicino agli ambienti di sinistra lo sapevamo; certo, non ci aspettavamo termini così forti nei confronti dei migranti. Sempre riferendosi al titolo dell’articolo sulla bimba morta di malaria a Trento, Feltri ha spiegato: ‘Mica siamo impazziti noi di Libero e facciamo dei titoli inventati e campati per aria. Il problema non è solo la malaria. E’ un dato di fatto che gli immigrati portino qui la miseria e anche la tubercolosi; quindi, con questa immigrazione incontrollata c’è l’importazione di malattie che erano state sconfitte definitivamente…’.

‘A me degli immigrati non me ne fotte un c…o’

Per il noto giornalista e scrittore italiano affermare che i migranti portano patologie in Italia significare dire il vero e chi sostiene il contrario, secondo lui, è falso o sciocco. La discussione tra Parenzo e Feltri, a un certo punto, era diventata ‘incandescente’. Il direttore editoriale di Libero, ha detto: ‘A me degli immigrati non me ne fotte un c…o’. Il giornalista ha poi continuato affermando di non avercela assolutamente con i migranti, ma se raddoppiano i casi di TBC non si certamente imputare la colpa agli austriaci, agli svizzeri o ai tirolesi. Poi l’affondo finale in tema di immigrazione, commento ‘pruriginoso’ che sicuramente avrà fatto indispettire anche i siciliani: ‘Chi è quel coglione che va nel Burkina Faso? Io mi guardo bene dall’andare in Burkina Faso. Non vado neanche in Sicilia, figuriamoci se vado in Burkina Faso’.

Nessuno, dunque, vedrà mai Vittorio Feltri in Africa, almeno stando alle sue recenti dichiarazioni. Per lui gli africani non sono inferiori a nessuno ma non hanno una ‘grande cultura del lavoro, tant’è che vivono nella merda’. Parole che si commentano da sole e rimarcano il fatto che, durante i dibattiti, il buon Vittorio non ha filtri.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.