Voto 9 a tutti gli studenti, insegnante a giudizio per falso

By | 23 settembre 2017

Varese, voto 9 per tutti: prof rinviata a giudizio per falsoNiente prove, verifiche e interrogazioni ma, alla fine dell’anno, aveva messo 9 a tutti gli studenti. E’ questo il motivo per cui un’insegnante 40enne di Varese è stata rinviata a giudizio per falso. Un bel 9 a tutti gli studenti del liceo Scientifico ‘Ferraris’ di Varese, o meglio quelli che avevano la 40enne rinviata a giudizio come prof di matematica e fisica. I fatti risalgono all’anno scolastico 2014/2015. L’insegnante, in soldoni, non aveva mai programmato prove, compiti in classe, e interrogazioni; insomma nulla per valutare il livello di preparazione dei ragazzi. Eppure questi, a fine anno, si erano ritrovati, sulla pagella, voto 9 in matematica e fisica. Ad insospettirsi era stato il preside dell’istituto, che aveva accertato irregolarità nell’assegnazione dei voti ai ragazzi. La prof rinviata a giudizio per falso non insegna più al ‘Ferraris’ di Varese. Il processo a carico della prof melensa si è aperto lo scorso 21 settembre 2017. Fondamentale per l’avvio delle indagini e il rinvio a giudizio è stata la segnalazione alle autorità del dirigente scolastico.

Niente compiti in classe e interrogazioni

Una storia allarmante quella che ha avuto teatro nel liceo Scientifico ‘Ferraris’ di Varese. Voto 9 in matematica e fisica per tutti gli studenti. Alunni bravi? Forse. Sorprende però la circostanza dell’assenza di prove e interrogazioni. Come avva fatto la prof a valutare tutti i suoi studenti senza compiti in classe ed interrogazioni? Come aveva ritenuto di mettere voto 9 a tutti? Lo accerteranno, adesso, i giudici. I carabinieri hanno già sentito diversi studenti, secondo cui l’insegnante di matematica e fisica sospendeva ogni attività specialmente negli ultimi mesi dell’anno scolastico. La donna, di origini siciliane, è una precaria che aveva lavorato in diverse scuole di Varese.

loading...

Voto 9 per tutti in materie, fisica e matematica, che sono tutt’altro che irrilevanti. Molti ragazzi, non certamente ferrati in matematica e fisica, si erano ritrovati un bel 9 in pagella. L’insegnante evidentemente non aveva voglia di lavorare: costava troppa fatica preparare compiti in classe e interrogazioni. Voto 9 per tutti, anzi no. Un ragazzo aveva preso 8 e mezzo. Non se ne capisce ancora il motivo.

La segnalazione del preside

Ad accorgersi dello strano e deleterio atteggiamento della prof siciliana era stato il preside Giuseppe Carcano, secondo cui i ragazzi non erano mai stati interrogati e non avevano mai svolto compiti in classe. Eppure, a fine anno, un bel voto lo avevano tutti. ‘Troppo macroscopica la cosa’, ha detto recentemente il dottor Carcano. Dopo la segnalazione sono scattate le indagini che hanno confermato i sospetti. L’insegnante aveva metto un 9 ‘politico’ a tutti. Ora la donna dovrà affrontare un giudizio. La sua apatia potrebbe costarle molto cara.

Liceo ‘Ferraris’ non si costituirà parte civile

Oggi l’insegnante pigra non lavora più a Varese e provincia ma il caso del voto 9 per tutti ha avuto un forte eco mediatico. L’atteggiamento superficiale della prof non ha avuto, fortunatamente, ripercussioni negative sui ragazzi. Il preside ha spiegato che ‘la valutazione di ogni studente è collegiale ed è stata segnalata agli insegnanti dell’anno successivo che avrebbero potuto esserci alcune lacune da colmare nel programma dell’anno scolastico precedente. Ed è stato fatto’. Il liceo Scientifico ‘Ferraris’ ha deciso di non costituirsi parte civile perché, come ha spiegato lo stesso dirigente scolastico, ha piena fiducia nel lavoro della Procura e del Tribunale.

Se c’è una parte lesa in questa vicenda, beh, sono gli studenti, privati del diritto di apprendere nuove conoscenze e di essere valutati in base alla loro effettiva preparazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *