Curiosità

Zurigo, 2200 euro al mese ad ogni cittadino

Come fare per ottenere 2.200 euro al mese senza fare nulla? Basta andare a vivere a Zurigo. Il Consiglio comunale della città svizzera ha introdotto infatti in via sperimentale il ‘reddito di base incondizionato’. Chi vive a Zurigo, insomma, potrà disporre di una sorta di sovvenzione statale mensile, pari a 2.500 franchi svizzeri al mese (2.200 euro circa). Non male. Per beneficiare del cospicuo assegno mensile, però, bisogna essere cittadini di Zurigo. L’anno scorso si voleva introdurre un viatico simile in tutta la nazione ma i cittadini manifestarono il loro dissenso mediante un referendum.

Tempi e modalità dell’erogazione da definire

Un cittadino adulto percepirà dunque 2.200 euro al mese, un minore, invece, 550 euro. Le autorità comunali non hanno comunque ancora chiarito modi e tempi dell’erogazione della somma.

Nel giro di 2 anni, il Comune di Zurigo dovrà definire nei minimi dettagli le modalità di attuazione della proposta.

Urs Helfeinstein, consigliere comunale socialista, ha detto durante un’intervista: ‘Ci muoviamo con i piedi di piombo’.

Sergio Rossi favorevole al reddito di base incondizionato

Uno dei paladini della proposta, Sergio Rossi (docente di Economia all’Università di Friburgo), ha affermato che il progetto sarebbe finanziato attraverso la tassazione sulle transazioni finanziarie.

Rossi ed altri economisti sostengono che il reddito di base incondizionato sarebbe stata una grossa opportunità anche in ambito nazionale perché non sarebbe pesato molto sulle casse dello Stato.

Adesso il docente di Economia all’Università di Friburgo spera che almeno a Zurigo la proposta possa essere attuata al più presto.

Il ‘no’ del 2016 al referendum

La proposta del reddito di base incondizionato divide anche a Zurigo. Negli Usa tale forma di sussidio per i cittadini è in discussione da oltre 50 anni, ma mai è stato adottato un provvedimento efficace. Nessun americano percepisce un reddito di base mensile.

La Svizzera è un Paese in cui non manca certo il lavoro, è una realtà differente rispetto, ad esempio, a quella italiana, spagnola e greca. L’anno scorso, a giugno, i ‘no’ avevano vinto in occasione del referendum sul reddito di base universale. La proposta era stata rifiutata.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.