News

Allergia agli acari: vaccino entro fine anno

Vaccino contro allergia agli acariBella notizia proveniente dal congresso della Siaaic, in corso a Napoli. A dicembre potrebbe essere commercializzato il primo vaccino contro le allergie agli acari

 

 

La Società Italia di Allergologia, Asma e Immunologia clinica ha reso noto che prossimamente verrà messo in vendita un vaccino contro l’acaro della polvere. Dalle prime risultanze scientifiche emerge che il vaccino, già approvato in 11 nazioni europee e in Giappone, contribuisce a ridurre del 34% il rischio di gravi problemi respiratori e del 40-60% l’utilizzo di sostanze contenenti cortisone. A causare le allergie sono gli enzimi presenti nelle deiezioni degli acari, che vanno a mescolarsi con la polvere presente in casa o in altri luoghi. Tale allergia colpisce molti italiani: secondo recenti stime ne soffre una percentuale che va dal 13 al 21%. A differenza dell’allergia ai pollini, quella agli acari perdura tutto l’anno e porta anche rinite e asma. Massimo Triggiani, direttore dell’unità di allergologia dell’azienda ospedaliero-universitaria San Giovanni di Dio Ruggi d’Aragona ha detto riguardo ai soggetti allergici agli acari:

“Per queste persone anche il normale riposo notturno rappresenta una fonte di esposizione all’allergene. Lo studio, d’imminente pubblicazione, descriverà i benefici che hanno riguardato cinquemila persone. Oltre alla riduzione dei sintomi e dell’utilizzo del cortisone per via inalatoria, la ricerca porterà alla luce un calo degli accessi nei pronto soccorso”.

A favorire l’insorgenza dei tipici sintomi dell’allergia agli acari sono fattori come fumo, scarsa ventilazione degli ambienti ed inquinamento. Sarà notevole l’impatto che avrà nella società il vaccino contro l’allergia agli acari. Il medicinale potrebbe essere inserito nella Fascia A, quindi potrebbe essere gratuito. Lo ha reso noto anche Walter Giorgio Canonica, direttore della clinica di malattie dell’apparato respiratorio dell’Università di Genova e presidente della Siaaic. Insomma, il nuovo vaccino sarà completamente a carico del Servizio Sanitario Nazionale. Gli allergici, dunque, devono tenere duro fino alla fine del 2016; poi avranno un’arma infallibile per tenere a bada l’allergia agli acari, ovvero un’allergia molto diffusa nei paesi occidentali. E’ veramente notevole la scoperta di un vaccino contro tale allergia perché, secondo recenti dati, quella agli acari è una fonte di allergie multiple (animali, pollini, muffe) soprattutto nei bimbi. Le persone più a rischio all’allergia agli acari sono specialmente chi soffre di asma o rinite. Pericolosi, come detto, sono degli enzimi presenti nelle feci degli acari che si mescolano con la polvere presente, ad esempio, nei cuscini e nei materassi. Quando dormiamo o ci sediamo su poltrone e salotti non facciamo altro che sollevarli: ecco allora che insorgono reazioni allergiche di tipo respiratorio o cutaneo.

Perché si è allergici agli acari? Beh, effettivamente esiste una predisposizione genetica ma, come tutte le allergie, anche quella agli acari può colpire a un certo punto della vita. I sintomi dell’allergia agli acari sono sia respiratori (asma e riniti) o cutanei (dermatite atopica). Dovete preoccuparvi, ad esempio, se al risveglio starnutite spesso, oppure se avete difficoltà a respirare, specialmente di notte o dopo uno sforzo fisico. Altri sintomi che non devono essere sottovalutati sono: gonfiore o arrossamento degli occhi, eruzioni cutanee, disturbi del sonno, ed ansia. Si può ravvisare una recrudescenza dei sintomi dell’allergia agli acari in determinate situazioni, come ad esempio quando si entra in un ambiente pieno di fumatori.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.