Autismo, medici sfruttano farmaco contro cancro per contrastarlo

By | 17 dicembre 2014
loading...

Un’equipe di studiosi, coordinati da Giuseppe Testa dell’Istituto europeo di oncologia e dell’Università degli Studi di Milano, ha fatto rilevanti scoperte in merito a malattie gravi come la sindrome di Williams e l’autismo.

Pare un portentoso farmaco genico, sviluppato per contrastare il tumore possa ristabilire il giusto funzionamento di diversi circuiti molecolari. Gli studiosi si sono concentrati sulla perdita o la duplicazione dei 26 geni presenti sul cromosoma 7.

L’assenza di una copia dei suddetti geni provoca la sindrome di Williams; la duplicazione, invece, è correlata all’autismo. Sembra che un ruolo determinante lo abbia il gene GTF2I, visto che sovrintende al funzionamento di molti altri geni, innescandoli o mettendoli fuori uso.

I medici, sfruttando i farmaci usati contro le neoplasie, sono stati in grado di riavviare l’esatto funzionamento di diversi circuiti molecolari.

Lo studio apre, indubbiamente, nuovi sentieri verso la scoperta di farmaci importanti contro l’autismo e la sindrome di Williams.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *