Viaggi

Barcellona: quale souvenir regalare

Tra i paesi della Spagna, Barcellona è sicuramente tra le mete più ambite e non solo per i tanti monumenti che la adornano. Anzi, Barcellona è ricca di sorprese e se a casa abbiamo amici e parenti che aspettano un regalino, allora potremmo girare per strade e vicoletti alla ricerca di negozi e bancarelle che ci offrono oggetti tipici e prodotti  vari del paese catalano.

Che sia un alimento una calamita o un qualsiasi altro oggetto, per i negozi troveremo di tutto e di più, per accontentare i gusti di tutti. E per comprare anche un ricordo per noi del nostro viaggio spagnolo.

Barcellona: comprare prodotti gastronomici

Barcellona è famosa per la sua arte culinaria (tra le tante cose) quindi un’idea potrebbe essere quella di comprare qualche prodotto a mo’ di souvenir. Tra i prodotti più succulenti troviamo i salumi spagnoli tra cui una sorta di salame detto fuet (il più famoso è quello di Vic, paese in provincia di Barcellona).

Altro tipo di sala è il chorizo, dallo strano colorito rosso, ma il salume più famoso è il jamon serrano ossia il prosciutto crudo.

Anche i formaggi e i dolci sono ottimi a Barcellona. In particolare i dessert sono molto peculiari e diversi dai nostri, come i dolci di marzapane o il boniato, ossia fatto di “patata dolce e rossa” e pinoli.

Souvenir d’arte e musica di Barcellona

Come ci insegnano anche molti siti, tra cui Barcellona.shop, la città catalana ha molto da offrire, sul piano artistico culturale e non solo. Quindi sì ad oggetti di ogni specie come tazze, penne, calamite, agende che richiamino l’artista spagnolo per antonomasia quale Gaudí. Anzi, in tal verso tra i gadget più gettonati c’è la salamandra di Gaudí, ossia quella che si trova all’entrata del Parco Güell.

Per quel che riguarda il patrimonio musicale l’idea potrebbe anche essere quella di regalare un CD di musica catalana di artisti come il duo Estopa, Antoni Font, Pastora, Gossos.

Sì ai souvenir fatti a mano di Barcellona

Molto di tendenza sono i souvenir fatti a mano dai giovani artisti. Curiosando tra le bancarelle e i negozietti si trova praticamente di tutto, orologi, ventagli o quant’altro. Oppure volendo ci si può insinuare in qualche libreria d’arte e comprare qualche libro peculiare, come i lavori di Núria López, che ha come nome d’arte la Virgen de los Brochescioè “la Madonna delle Spille”.

Volendo poi si potrebbe acquistare un souvenir fatto a mano su La Ramblas. Tipico esempio potrebbe essere un orologio con del materiale riciclato, tipo fatto con un disco di vinile o una cornice fatta da filo di ferro e pinza. Oppure un quadro a mo’ di murales, o anche un ventaglio che rappresenti l’immagine di un monumento tipico barcellonese.

Gli intramontabili classici souvenir barcellonesi

Ovviamente come in ogni città, anche qui a Barcellona, si vendono molti souvenir classici come borse, palle di vetro, spille, o portachiavi, tutte con la scritta Barcellona o con i monumenti. Magari sono pensierini scontati ma è anche bello a volte orientarsi più che altro sul semplice.

Poi come un po’ per tutte le città l’Hard Rock Cafe’ fa la maglia con la scritta di Barcellona, altro souvenir scontato ma che piace a molti, soprattutto a chi maglie del genere le colleziona.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.