Protesi azionate col cervello: invenzione sconvolgente, mutilati avranno vita migliore

By | 20 dicembre 2014

Protesi meccaniche e robotiche andranno, nei prossimi anni, in pensione. Un team di ricercatori americani ha ideato la prima propria protesi meccanica che viene azionata con la sola forza del pensiero. Un’invenzione sconvolgente che migliorerà la vita di milioni di persone.

Grazie alle protesi meccaniche ed ipertecnologiche vengono connessi i nervi della spalla e del tronco ad alcuni mini elettrodi. Attraverso tale pratica viene interpretato il comando inviato dal cervello al nervo in veste di elettricità. Ogni persona, sfruttando il suo cervello, potrebbe coordinare subito e in modo diretto il movimento.

Ennesima conquista della scienza. Gli scienziati hanno detto che ora vogliono perfezionare non solo la tecnologia ma anche le connessioni con le trasmissioni neurali. In futuro, se tutto procederà per il verso giusto, le persone che hanno subito l’amputazione di uno o più arti potranno avere una vita normale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.