Province: dipendenti non devono temere, non perderanno lavoro

By | 20 dicembre 2014

I dipendenti delle province italiane non devono allarmarsi, visto che non perderanno il posto di lavoro. A rassicurarli è stato il ministro per gli Affari regionali Maria Carmela Lanzetta.

“Abbiamo liberato risorse e stabilito un percorso con la legge di Stabilità.Troveremo una soluzione per tutti. Gli altri enti non potranno più assumere, dovranno attingere dal personale delle Province in esubero“, ha assicurato la Lanzetta, aggiungendo poi: “Comprendo la preoccupazione dei lavoratori, ma la legge ha affidato alle province alcune funzioni: le scuole superiori, la cura delle strade, l`attività ambientale se connessa alla gestione della viabilità provinciale (un fiume che esonda, una frana). Poi questi enti di secondo livello avranno la funzione fondamentale di essere di supporto ai comuni. Il personale necessario per svolgere queste funzioni è il 50 per cento di quello attuale”.

loading...

Ricordiamo che attualmente lavorano nelle province circa 3500 persone tra i 60 e i 65 anni che, a breve, andranno in pensione. “Sono certa che tra il 2015 e il 2019 troveremo la collocazione migliore per tutti, valorizzando la professionalità”, ha sottolineato il ministro per gli Affari regionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *