Lavoro

Reddito di cittadinanza, stampate le tessere: requisiti e regole

Luigi Di Maio ha definito il reddito di cittadinanza un investimento sul capitale umano. I beneficiari riceveranno una tessere a casa oltre alla lista degli impegni da rispettare. Il vicepremier e leader del M5S ha già fatto stampare “cinque o sei milioni di tessere elettroniche”.

Quanto dura il reddito di cittadinanza

Arrivano finalmente le prime notizie sul reddito di cittadinanza, una misura a sostegno dei soggetti in stato di difficoltà che non potrà avere durata superiore a tre anni, inoltre dopo 18 mesi ci sarà la verifica dei requisiti. Ricordiamo che il reddito di cittadinanza consiste nell’erogazione di un assegno di 780 euro al mese. Per ottenere il sussidio il nucleo familiare deve avere un ISEE di base di 9.360 euro che sale in base al numero di componenti. L’assegno del reddito di cittadinanza sarà più basso per chi ha una casa di proprietà e chi lo riceve deve svolgere lavori di pubblica utilità, deve frequentare corsi di formazione e viene seguito dai centri per l’impiego, dopo il rifiuto di tre proposte di lavoro perde il sussidio.

Quando parte il reddito di cittadinanza

Il reddito di cittadinanza parte nei primi mesi del 2019 insieme ai pensionamenti con Quota 100. Durante un incontro pubblico a Milano, Luigi Di Maio ha precisato che insieme ai pensionamenti ci saranno nuovi posti di lavoro, ovvero manodopera qualificata per le imprese. Il reddito di cittadinanza non piace però alle opposizioni che ne hanno criticato il profilo assistenzialista. Lo studio Svimez ha ipotizzato che per pagare il reddito di cittadinanza al sud occorrono oltre 10 miliardi di euro e la Campania ne beneficerebbe più delle altre regioni dove c’è una richiesta superiore al 30% dei fondi attualmente stanziati dal Governo.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.