Renato Zero, “Alt” in Rete prima dell’uscita: furioso

By | 8 aprile 2016

Renato Zero, "Alt" diffuso sul web prima dell'uscitaRenato Zero ha attaccato aspramente i fan che hanno messo in Rete il suo nuovo album, “Alt”, prima dell’uscita, che è avvenuta proprio oggi, 8 aprile 2016

 

 

 

 

Il cantautore romano si è detto molto indignato per l’atteggiamento degli ammiratori che, invece di appoggiarlo, gli sono andati contro, lo hanno leso, mettendo sul web il suo nuovo disco prima dell’8 aprile. Nel corso della conferenza stampa di presentazione di “Alt”, Renato Zero ha tuonato:

“Dei furbi che volevano sbattersi Renato Zero, e invece si sono sbattuti da soli. Fatemi un favore, non venite più ai miei concerti e non acquistate i miei dischi. Io mi produco i dischi da solo, faccio l’artista, non il rapinatore. Non può venire il primo pischello e mettere in Rete il mio disco, non lo tollero”.

Dopo le forti parole contro i fan che lo hanno tradito, mettendo sul web “Alt” prima del dovuto, Renato ha parlato del suo nuovo capolavoro, arrivato a 3 anni dal precedente album:

“Questo disco si rivolge a chi non vuole stare in panchina. L’artista non può indossare le pantofole e smettere di dire le cose. Il suo dovere è sollecitare e la sua compagna eccezionale si chiama sofferenza, la madre della crescita, della saggezza e della rivoluzione”.

C’è un po’ di tutto in “Alt”, album comprendente 14 brani scritti e prodotti dal cantautore romano. Zero attacca anche la politica con “Nemici miei”:

“Purtroppo l’Italia ha svenduto tutto. La politica non tiene conto della vita di tutti i giorni. Il lunedì mattina si inizia una guerra di resistenza tra tasse e lavoro che non c’è. E loro lì a rubare anziché dare l’esempio e la speranza”.

loading...

Renatone si è soffermato, nel corso della lunga conferenza stampa, anche su un tema ‘delicato’ che recentemente è oggetto di molti dibattiti, ovvero l’adozione di bimbi da parte di coppie gay. Il cantautore, lo ricordiamo, è stato criticato perché ha adottato un figlio:

“Per me famiglia vuol dire qualunque nucleo in grado di dare solidità e continuità. La differenza la fa la quantità d’amore, non l’appartenenza ai generi sessuali. Ho adottato un figlio perché non volevo restare solo, non l’ho condizionato, ho due nipoti meravigliosi. Perché questo deve essere un problema? Nessuno deve permettersi il lusso di giudicare”.

Rispetto al progetto “Amo”, “Alt” è un disco più forte, di denuncia, che attacca la classe politica. Il nuovo disco di Renato Zero, insomma, invita a fermarsi, riflettere, e migliorare il mondo, veramente pieno di problemi. “Alt” tocca vari temi, come l’ecologia, l’immigrazione e, ovviamente, l’amore. Renato c’è, eccome, e non si ferma anche se ha venduto tantissimi dischi ed ha scritto oltre 500 canzoni. Il cantautore romano è pronto ad entusiasmare nuovamente i suoi tanti fan, che presto lo rivedranno dal vivo. Renatone ha partecipato anche ad “Amici” di Maria De Filippi, facendo indubbiamente incrementare l’audience del programma, visto che è uno dei cantanti più popolari e amati d’Italia: pochi riescono a riempire grandi stadi come lui. Renato Zero, al secolo Renato Fiacchini, iniziò la sua carriera come ballerino e cantante, esibendosi nei vari locali romani. Molti lo criticarono per il suo abbigliamento stravagante ed alcuni dissero che valeva zero. Lui non si demoralizzò, anzi dimostrò che valeva molto e per esorcizzare il flop scelse proprio quell’epiteto, ‘Zero’, come nome d’arte.

Tracklist di “Alt”:

  1. “Chiedi”
  2. “In questo misero show”
  3. “La lista”
  4. “In apparenza”
  5. “Il cielo è degli angeli”
  6. “Il tuo sorriso”
  7. “Perché non mi porti con te”
  8. “Gesù”
  9. “La voce che ti do”
  10. “Nemici miei”
  11. “Vi assolverete mai”
  12. “Alla tua festa”
  13. “Rivoluzione”
  14. “Gli anni miei raccontano”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *