Salute

Bimba nasce nell’utero di donatrice deceduta: primo caso nella storia

Un utero trapiantato da donna deceduta (donatrice) permette la nascita di un bambino. Anzi, di una bella bambina che sta per festeggiare il suo primo anno di vita. L’evento fantastico si è palesato in Brasile, più precisamente a San Paolo lo scorso 15 dicembre 2017. La donna aveva ricevuto la donazione di un utero, proveniente da una donna deceduta.

Utero trapiantato da donna deceduta: la storia

La storia ha dello straordinario e viene raccontata dalla rivista scientifica Lancet, dal momento che non solo è la prima volta che si effettua un simile intervento, ma perché ha consentito anche all’organo di portare avanti una gravidanza.

Il trapianto di utero è già un’operazione singolare ma era sempre avvenuta con donatrici viventi. Infatti altri tentativi di donazione da donne morte avevano avuto sempre risvolti negativi.

Oggi invece siamo davanti un’operazione durata 10 ore, per una donna trentaduenne che era nata senza utero perché affetta dalla sindrome di Mayer-Rokitansky-Kuster-Hauser. Il team medico ha preso gli ovuli della donna, li ha resi fertili con lo sperma del compagno, li ha congelati e li impiantati dopo il trapianto. La donatrice, 45 anni, era madre di tre figli ed era morta a seguito di un ictus.

Gli esperti e l’utero trapiantato da donna deceduta

I ricercatori sostengono che “Il trapianto di utero da donatori vivi è diventato una realtà per trattare l’infertilità. Una pratica che ha avuto successo in Svezia a partire dal 2014 che poi ha ispirato i  centri e i programmi di trapianto dell’utero in tutto il mondo. Tuttavia a nostra conoscenza, nessun caso di parto in vivo attraverso l’utero della donatrice deceduta è stato mai raggiunto con successo, sollevando dubbi sulla sua fattibilità e vitalità, incluso se l’utero rimane vitale dopo un’ischemia prolungata”.

Tra le altre cose il team di ricerca si dice ottimista. È comunque il primo caso mondiale di utero trapiantato da donna deceduta senza rigetto e che ha portato avanti una gravidanza. La straordinarietà di questo intervento getta le basi per dar vita ad un trattamento dell’infertilità uterina attraverso trapianto da donatrice deceduta.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.