Bolletta della luce da oltre un milione di euro: ‘Ho rischiato di sentirmi male’

By | 17 dicembre 2017

Bolletta stellare EnelUn pensionato di Lucca ha vissuto momenti di estrema agitazione quando ha letto la bolletta della luce. A metterlo in ansia è stato l’importo da pagare: 1 milione e 200mila euro. Una storia pazzesca e grottesca su cui ha voluto accendere i riflettori la figlia del malcapitato, Sandra Baldassarri, che ha postato la foto della bolletta, commentandola con le seguenti parole: ‘Scommetto che non sapevate che il Brigadiere per due mesi nell’anno 2014 a casa teneva un reattore nucleare vero’.

Errore Enel

Perché al 75enne di Tofori, paesino in provincia di Lucca, è stata recapitata una bolletta della luce a dir poco salata? Sembra che i computer dell’azienda che fornisce l’energia elettrica abbia commesso un errore.

L’azienda ha comunque chiesto scusa all’anziano, rassicurandolo. La Baldassarri ha raccontato che la strana storia era iniziata diversi mesi fa, quando al padre gli era pervenuto un maxi conguaglio da 1.300 euro.

La figlia del 75enne, avvocato, si era recata in un punto Enel per chiedere delucidazioni riguardo al mega conguaglio. Gli impiegati avevano imputato la somma a un contatore inefficiente. Il pagamento era stato quindi sospeso.

Nonostante ciò, al signore di Lucca gli erano state inviate due bollette della luce spropositate: una da 2mila euro e quella da oltre un milione di euro.

‘Una cifra da cardiopalma’

Il signor Baldassarri ha detto che adesso sono state risolte tutte le questioni con la società che fornisce energia elettrica, ricordando però di aver avuto un malore dopo aver letto quel mega importo sulla bolletta della luce.

‘Ho rischiato di sentirmi male. All’inizio ci ho messo un po’, anche perché quel numero si leggeva male; poi quando ho capito a quanto ammontava… una cifra da cardiopalma’, ha spiegato il 75enne.

Il 75enne che vive in provincia di Lucca non deve assolutamente essere agitato. Enel ha assicurato di seguire direttamente la vicenda fino alla positiva conclusione.

L’anno scorso, a Roma, sempre per un errore, il fotografo Cametti Aspri si era visto recapitare una bolletta Acea da 65.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.