Salute

Carpi: bambina ricoverata per Epatite A. Non è grave

Una bambina è stata ricoverata in ospedale con la diagnosi di Epatite A. E’ stata consigliata la profilassi di vaccinazioni a tutti i compagni di scuola e i familiari che le sono stati a contatto.

La bambina trasferita a Modena

La bambina è stata trasferita a Modena, a seguito della diagnosi di Epatite A che i medici dell’ospedale Ramazzini di Carpi hanno formulato verso la piccola paziente nei giorni scorsi. La bimba, infatti, si trovava ricoverata già nell’ospedale carpigiano poiché dopo un viaggio all’estero aveva contratto un’altra malattia infettiva.

Successivamente i medici hanno accertato che la bambina era affetta da Epatite A e quindi si è deciso per il trasferimento immediato presso il reparto specializzato del reparto di pediatria del Policlinico di Modena.

La bambina sta bene

La bambina sta bene e non è in fin di vita. Le sue condizioni non sembrano essere gravi ed è costantemente monitorata dallo staff del nosocomio modenese giorno e notte. La bambina frequenta la scuola elementare di Carpi e per questo è stato consigliato dalle autorità sanitari di far fare i vaccini a tutti i compagni di classe, le maestre e i familiari che le sono stati vicino.

I dottori della Asl di Modena hanno dichiarato su Il Resto del Carlino che il vaccino contro l’Epatite A è sicuro e molto efficace. I genitori dell’edificio scolastici sono stati tranquillizzati dato che il rischio di contagio è molto ridotto poiché tutte le normali procedure per l’igiene degli ambienti sono sufficientemente seguite e quindi atte a impedire la trasmissione del virus.

Che cos’è l’Epatite A?

L’Epatite A è una grave malattia infettiva, che va a colpire il fegato. Il tempo di rispesa dalla malattia varia a seconda dei casi e può durare tra le due e le sei settimane. I sintomi più comuni possono essere vomito, diarrea, nausea, occhi gialli, febbre, dolori all’addome e pelle giallastra.

I soggetti più giovani spesso non presentano alcun sintomo e la maggior parte dei casi l’Epatite A si trasmette per via oro fecale, cioè dopo aver consumato bevande o alimenti contaminati da feci infette. Si può trasmettere anche attraverso l’utilizzo dello stesso bagno o dopo rapporti sessuali.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.