Curiosità

Conservare le spezie correttamente

Guida alla scelta e alla conservazione delle spezie, per mantenerle più a lungo preservandone aromi e profumi, oltre che non far sviluppare tossine pericolose per l’uomo se ingerite. Quali sono le spezie pericolose e come utilizzarle in cucina correttamente.

Conservazione spezie

Per insaporire ogni piatto senza usare sale, in cucina esistono diversi trucchi. Uno dei tanti è quello di dare sapore usando le spezie. Usando aromi e profumi originali, provenienti da paesi lontani, anche un semplice piatto di pasta risulterà gradevole e saporito. Ma è fondamentale sapere come conservare ogni spezia in modo corretto, soprattutto per evitare il deterioramento o che possano sviluppare delle tossine altamente dannose all’organismo umano. Una conservazione scorretta, inoltre, farà perdere alla spezia le sue caratteristiche fondamentali, ovvero il sapore e il profumo. Il primo campanello d’allarme è proprio la perdita di queste due caratteristiche, perché rendono la stessa inutilizzabile.

Dove conservare le spezie

Il primo passo della conservazione delle spezie è la scelta del contenitore corretto. Bisogna evitare il contatto con la plastica, rimuovendole dalla confezione in cui vengono vendute così preconfezionate. I barattoli di plastica quindi non vanno bene, meglio preferire vetro, latta e ceramica con chiusura ermetica. Se è possibile, meglio evitare il vetro trasparente per non esporre il contenuto alla luce. Non bisogna dimenticare di applicare una etichetta con scritto contenuto e data di acquisto. Il segreto per far durare di più le preziose spezie è quello di comprarle intere e poi macinarle a mano, usando un mortaio apposito, al momento dell’utilizzo. In questo modo si mantengono aroma e sapore. Non conviene triturarle con il macinacaffè elettrico o il frullatore, perché gli oli essenziali si possono disperdere e le spezie perderebbero le loro proprietà benefiche.

Quali spezie sono pericolose

Attenzione alla conservazione delle spezie provenienti da Thailandia e India, perché possono sviluppare aflatossine o muffe. Le più soggette sono comunemente il pepe, il peperoncino, lo zenzero e la curcuma.

Inoltre, le spezie macinate sono più soggette a questi tipi di contaminazioni. Per la corretta conservazione, è meglio evitare la luce e il caldo, oltre che l’umido. Quindi, eglio tenerle lontane dai fornelli. Quando nelle spezie legnose appaiono dei grumi, è ora di buttarle. Curcuma e spezie in radice, se sviluppano delle escrescenze o irrancidiscono, meglio gettarle via.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.