News

Donna vive senza il cervelletto

A 24 anni senza il cervelletto

cervelletto
Una donna di 24 anni vive normalmente, anche se con qualche lieve problema, pur se le manca il cervelletto. La particolare scoperta è stata possibile a seguito di un ricovero al PLA General Hospital dell’area militare di Jinan nella provincia cinese di Shandong. La donna ricoverata d’urgenza accusa una forte emicrania e sensazione di vertigine. La donna ha ammesso di aver sempre avuto problemi di equilibrio e la madre ha detto che ha imparato a camminare soltanto all’età di 7 anni. Ma nessuno dei medici aveva mai pensato di collegare questi problemi all’area del cervello, né tanto meno che la donna potesse mancare direttamente del cervelletto.

I medici hanno così sottoposto la donna ad una TAC ed hanno subito individuato con gran stupore la fonte del problema: tutta la parte più interna del cervello era completamente assente. Lo spazio vuoto era pieno di liquido cerebrospinale, che serve ad ammortizzare il cervello e fornisce una difesa contro diverse patologie.

Il cervelletto – noto anche come il “piccolo cervello” – si trova sotto i due emisferi, nella parte più interna della scatola cranica. Sembra diverso dal resto del cervello perché è costituito da pieghe di tessuto molto più piccole e più compatte, e rappresenta circa il 10% del volume totale del cervello, ma contiene il 50% dei suoi neuroni.

Compito principale del cervelletto è quello di controllare i movimenti volontari e l’equilibrio, e si pensa sia coinvolto nella nostra capacità di apprendere specifiche azioni motorie e di parlare. I problemi localizzati nel cervelletto possono portare a grave ritardo mentale, disturbi del movimento, epilessia o accumulo di liquido nel cervello, che spesso porta alla morte. Tuttavia in questa donna, la mancanza del cervelletto ha provocato solo un moderato deficit motorio e problemi di linguaggio lievi come la pronuncia un po ‘impastata.
“Questi casi rari sono interessanti per capire come funziona il circuito cerebrale e come compensa le parti mancanti”. Dice Mario Manto, che studia i disturbi cerebrali presso la Libera Università di Bruxelles, in Belgio.
Certo questo non è un caso unico, ma sicuramente è assai raro tra la popolazione mondiale: attualmente si contano solo 9 individui che hanno vissuto privi di cervelletto. Ed il caso qui presente diviene ancora più prezioso, poiché solitamente è l’autopsia che svela la mancanza di una parte del cervello, dal momento che queste persone muoiono in giovane età. Ma ora si potrà effettuare una mappatura della sua scatola cranica e cercare di capire l’adattabilità del cervello a condizioni estreme come questa.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.