Integratori vitamine e minerali dannosi per l’organismo

By | 30 maggio 2018

Uno studio condotto dai ricercatori del St. Michael’s Hospital e dell’Università di Toronto  e pubblicato  sul The Journal of the American College of Cardiology smentisce i benefici dei più popolari integratori multivitaminici e minerali. Pare che essi non apportino nessun vantaggio nella prevenzione di stanchezza, malattie cardiovascolari, infarto, ictus e morte prematura.

Integratori vitamine e minerali, nessun beneficio

Esaminati dei dati esistenti di precedenti studi effettuati tra gennaio 2012 e ottobre 2017, gli scienziati canadesi hanno analizzato e scoperto i benefici apportati dagli integratori multivitaminici con vitamina D, calcio e vitamina C. Essi sono gli integratori più comuni perchè assunti e prescritti  soprattutto nei periodi di maggiore stanchezza come la primavera. Ma a quanto sembra, non apporterebbero vantaggi. Sarebbero inefficaci nella prevenzione di malattie cardiovascolari, infarto, ictus o morte prematura.

Perchè si assumono integratori

In genere, i famigerati integratori di vitamine e minerali si assumono in aggiunta ai nutrienti che si trovano naturalmente negli alimenti. Ogni confezione di integratori riporta in etichetta che il loro consumo deve essere associato a una dieta varia e che non sostituiscono pasti e un regime alimentare sano. Gli stessi scienziati e studiosi si sono detti veramente stupiti del risultato. L’utilizzo di multivitaminici, vitamina D, calcio e vitamina C non solo non danno benefici, ma di contro non provocano neanche danni. Si era già a conoscenza che la vitamina C in eccesso viene espulsa con la diuresi naturalmente dall’organismo.

Il team ha voluto esaminare anche  i dati che includevano anche le vitamine A, B1, B2, B3 (niacina), B6, B9 (acido folico), C, D ed E, carotene, calcio, ferro, zinco, magnesio e selenio. I riceratori hanno inoltre sottolineato che nello studio il termine multivitaminico è stato usato per definire gli integratori che includevano la maggioranza di vitamine e minerali. Stando ai risultati, solamente gli integratori con le vitamine del gruppo B e l’acido folico potevano aiutare a prevenire malattie cardiovascolari e ictus. Mentre, quelli  che contenevano antiossidanti e vitamina B3 porterebbero a un maggior rischio di morte prematura.

Dieta sana e frutta secca amici del cuore

Che fare, quindi? Secondo gli studiosi, è il proprio medico a dover giudicare o meno se servono questi integratori di vitamine e minerali. Spesso infatti le persone, vedendoli al supermercato, li comprano senza una ragione valida. La salute si cura prima di tutto a tavola, seguendo un regime alimentare sano e mangiando cibo ricco di vitamine e minerali. Verdure, frutta fresca e frutta secca hanno tutto quello che il corpo umano ha bisogno. Addirittura, 20 grammi di noci al dì favorirebbero la salute del muscolo cardiaco.  Alimentarsi con frutta secca al posto di patatine e snack vari aiuterebbe ad alleviare e prevenire i malanni di stagione più comuni.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.