La quarta generazione

By | 26 novembre 2013

La quarta generazione di console

Ora è il turno della PlayStation di inaugurare con l’uscita di PS4 la sua quarta generazione di videogames.
Ne è passato di tempo da quando si facevano girare giochi come Tomb Raider o Metal Gear Solid e si sognava la qualità grafica, ritenuta allora pazzesca, dei primi filmati in 3d che facevano da accompagnamento alla storia giocata. Ora la qualità è ben maggiore di quello che forse ci si poteva immaginare, perché la PS4 sfoggia un processore 10 volte più potente della precedente PS3 garantita da un processore x86-84 AMD “Jaguar”, 8 core, con una memoria GDDR5 da 8GB, a cui si aggiunge uno spazio di archiviazione forte di 500 GB. Con la possibilità di acquistare direttamente i giochi dallo store si può risparmiare il passaggio obbligato dal negozio, eliminando persino la fisicità del disco, cosa forse che gli attempati e nostalgici giocatori non gradiranno oltremodo. Accenderla è ormai un gioco da ragazzi, dal momento che il sistema è dotato di un’opzione che rende l’interfaccia intuitiva riconoscendo il tuo volto; e sfogliare le pagine è ancora più facile tramite l’avanzato sistema del comando vocale.
Il dualshock 4 è finalmente dotato di un nuovo design ed è più ergonomico (speriamo di poter lasciarci alle spalle le vecchie levette analogiche poco sensibili), inoltre col tasto Share di permette di condividere le tue partite migliori, grazie l’apposita telecamera che trasmetterà direttamente in streaming, oppure registrandole se i tuoi amici non sono presenti. Il sistema PaayStation App ti permette anche di restare collegato col tuo tablet o smartphone mentre sei lontano da casa.
Che dire, ormai il mondo videoludico sembra aver varcato tutte le soglie disponibili dell’intrattenimento, non tralasciando nulla, consentendo ai videogiocatori di rendere le loro esperienze di gioco sempre meno isolate e maggiormente basate sull’interazione garantita dai veloci collegamenti internet di cui si può disporre. Non resta che addentrarsi in questo mondo davvero giocoso e colorato… Basta però non rimanerci intrappolati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.