News

Marcello Foa: via libera dal cda per la presidenza della Rai

Il consiglio di amministrazione della Rai ha dato il via libera a Marcello Foa. Dopo la bocciatura che c’era stata negli scorsi mesi, Foa dovrebbe essere sicuro della nomina a nuovo presidente della tv pubblica. La Commissione di Vigilanza parlamentare aveva bocciato il giornalista prima che iniziasse l’estate: adesso il suo nome è stato sottoposto nuovamente alla Commissione, dopo il voto favorevole di quattro consiglieri.

Stesso schema delle precedenti votazioni per Marcello Foa

Marcello Foa è stato nominato nuovamente presidente della Rai. Attraverso quattro voti favorevoli, uno contrario (dovrebbe essere quello di Rita Borioni del Pd) e un astenuto, il giornalista ha ottenuto il via libera da parte del consiglio di amministrazione. Adesso il nome del giornalista passerà in Commissione di vigilanza.

In questo modo si è riproposto lo stesso schema delle precedenti votazioni, avvenute prima dell’estate: Foa aveva ottenuto il via libera dal cda, ma non erano bastati i voti in Commissioni e il suo nome era stato bocciato. I 27 voti su 40 della precedente votazione non bastano al giornalista, che deve mirare a ottenerne di più.

Rita Borioni (Pd) parla di votazioni illegittime

L’unico voto contrario è stato quello di Rita Bornioni, del Partito Democratico. La dem ha affermato che le votazioni sono state illegittime, dal momento che sono proseguite nonostante le sue parole.

“All’inizio della seduta del cda ho presentato formale diffida a procedere all’elezione di Marcello Foa, visti i chiarissimi profili di illegittimità della stessa. Nonostante ciò, il Cda ha deciso di procedere ugualmente. A questo punto mi riservo qualsiasi azione a tutela dell’azienda stessa. La Rai non dovrebbe forzare regole e procedure consolidate per sottostare ai diktat di alcune fazioni politiche” ha affermato Rita Borioni. Adesso si dovranno attendere le votazioni da parte della Commissione. 

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.