Salute

Neuroni del sonno: ecco come agiscono

Ecco come funzionano i neuroni del sonno. Ormai è un ventennio che sono stati scoperti e studiati ripetutamente, ma arriva solo oggi il ruolo fondamentale che hanno durante la fase onirica.

Neuroni del sonno: la scoperta

Le nuove scoperte, sono state pubblicate sulla rivista Nature Communications dopo un esame attento sui topi. Esse hanno messo in evidenza che lo stesso gruppo di neuroni è in grado di mettere a “dormire” il cervello , mentre quando questo gruppo ha dei problemi si verifica l’insonnia. La scoperta è avvenuta ad opera fel  gruppo del Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston coordinato da Daniel Kroeger.

Negli esperimenti i neuroni del sonno sono stati monitorizzati nei topi usando sia un raggio laser o dei composti chimici. In ambedue i casi, una volta accesi, i neuroni hanno fatto addormentare profondamente gli animali, dando prova che il loro invinvecchiame porta all’insonnia.

Le conseguenze della ricerca sui neuroni del sonno

La ricerca ha messo pure in risalto come l’apparente contraddizione con uno studio del 2017, che metteva in chiaro al contrario che l’attivazione dell’interruttore svegliava i topi: “abbiamo scoperto che quando questi neuroni vengono stimolati da una a quattro volte al secondo addormentano il cervello“, sono state le parole di Clifford Saper, uno degli autori. Prosegue dicendo che “invece quando vengono stimolati più velocemente, com’era accaduto nello studio del 2017, si disattivano completamente”.

I ricercatori hanno pure intuito che l’attivazione di questo processo nei topi porta a una gran bella diminuzione della temperatura corporea di cinque o sei gradi.

Per questa ragione si pensa che gli stessi neuroni potrebbero incidere tra le altre cose pure nel sonno prolungato e nel calo di temperatura degli animali che d’inverno vivono il letargo.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.