Perché aumentano i casi di celiachia?

By | 20 gennaio 2018

Casi di celiachia aumentano veramente?Nell’arco di un paio d’anni, i casi di celiachia sono aumentati di oltre il 15%. Cresce dunque la schiera dei soggetti affetti dalla patologia autoimmune che, attualmente, si può tenere sotto controllo solo consumando alimenti privi di glutine. Si può dire a voce alta, dunque, che la celiachia è una malattia sociale, in quanto va ad intaccare la famiglia, le strutture sanitarie, la scuola e il mondo del lavoro. Non è un caso che la patologia sia stata annoverata nel programma statistico nazionale, per scoprirne le cause e gli effetti.

Celiachia: malattia autoimmune che colpisce soprattutto le donne

loading...

In Italia vivono oltre 170mila celiaci, specialmente donne. La Lombardia è la regione dove risiede la maggioranza delle persone affette da tale malattia. Il problema vero è che molti non sanno di essere celiaci. Il Ministero della Salute, due anni fa, aveva detto che in teoria in Italia vivono circa 600mila celiaci, contro i 170mila circa diagnosticati.

Il ministro della Salute Lorenzin aveva dichiarato: ‘Tutelare i celiaci non è solo una mission sanitaria, ma anche e soprattutto sociale. Per gestire la propria vita e la propria giornata in modo sereno è buona regola iniziare dall’educazione alimentare, senza allarmismi e senza medicalizzare la dieta, affiancata da una corretta analisi dell’etichetta’.

Boom di celiaci è un’impressione

Perché negli ultimi anni è aumentato il numero dei celiaci? In realtà la domanda non è posta correttamente.

Si parla sempre più spesso di celiachia ma quella del boom dei celiaci è una mera impressione. Non aumenta il numero dei celiaci, piuttosto quello che cresce è il numero delle diagnosi. Solo un decimo dei malati di celiachia sa di esserlo.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *