Riforme, rissa sfiorata alla Camera. Pizzolante: “Evitare speculazioni di bassa lega”

0

Il Pd sta cercando di arrivare al più presto all’approvazione del disegno di legge sulle riforme costituzionali. La Camera ha detto sì al capogruppo Roberto Speranza, approvando una seduta fiume, ovvero uno stratagemma tecnico per schivare l’eventuale presentazione di sub-emendamenti da qualche parlamentare.

Il M5S, infuriato, ha iniziato a protestare in Aula. la Boldrini ha dovuto interrompere la seduta. Le operazioni di voto sono avvenute in un clima teso, dovuto alla furia dei grillini che, successivamente al voto, si sono rivolti ai deputati dem con epiteti del tipo “buffoni”. La stessa Boldrini è stata contestata dai deputati pentastellati, definendola “serva”.

Speranza ha dichiarato che la votazione finale sul ddl potrebbe arrivare la prima settimana di marzo. Sia Lega che Fi avevano ritirato i sub-emendamenti presentati qualche giorno fa.

Da sottolineare la colluttazione sfiorata tra alcuni deputati della Lega e quelli del Ncd. A stizzire i leghisti sono state le parole di Sergio Pizzolante che, a nome del Ncd, aveva dichiarato il sostegno alla richiesta del Pd. Pizzolante aveva terminato il suo discorso chiedendo di schivare “speculazioni di bassa lega. Dico non a caso ‘bassa lega'”. Diversi deputati della Lega gli si sono scagliati contro. Sono dovuti intervenire i commessi per riportare la situazione alla normalità.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS