Savona, contrae epatite C: risarcito dopo 24 anni. Asl2 cede

By | 6 dicembre 2014

L’Italia è proprio il Paese dei paradossi. Per colpa dei medici fu colpito dall’epatite C durante un intervento chirurgico ma solo dopo 24 anni è stato risarcito. E’ successo a un 65enne savonese.

L’uomo fu operato nel 1990 all’ospedale San Paolo e, successivamente, a tale intervento scoprì di aver contratto l’epatite C. Alla fine la Asl2 di Savona, dopo svariate sentenze, ha riconosciuto il risarcimento al 65enne. Una storia incredibile che si è conclusa con il riconoscimento, da parte della prima sezione civile della Corte d’Appello di Genova, della responsabilità della Asl2, che ha ereditato le funzioni della Usl7, sciolta da anni.

loading...

I giudici hanno accolto la richiesta dei legali Gianfranco Nasuti e Danilo Fornaro, riconoscendo così che l’intervento chirurgico per la rimozione di emorroidi provocò al 65enne un’infezione da epatite C e la conseguente invalidità del 15%.

Un cittadino diventa invalido per colpa della negligenza dei sanitari e viene risarcito dopo oltre due decenni. E’ ammissibile, secondo voi, tutto ciò?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *